Mercato valutario: l’importanza del conto demo per imparare a fare forex nel 2021

Scritto da , 19 Giugno 2021
image_pdfimage_print

 Il mercato valutario continua a mostrarsi attendista, con il dollaro USA fermo ai suoi minimi storici da quasi sei mesi e i timori di un nuovo rialzo dell’inflazione. E’ soprattutto quest’ultimo aspetto a impensierire gli analisti dopo la pubblicazione dei dati sull’economia americana, mentre la Banca centrale europea continua con la sua linea a sostegno dei paesi più colpiti dall’epidemia di Covid. Per quanto riguarda il cross valutario Euro-Dollaro, è ancora presto per azzardare un trend preciso: prevale una situazione di incertezza, con il valore delle due monete che dipenderà molto dagli scambi in borsa di questi giorni. Il forex è un’attività che attira sempre più trader perché cominciare a investire sui cross valutari è molto semplice, basta aprire un account presso uno dei tanti broker disponibili in rete. Tuttavia, soprattutto per chi è alle prime armi e ancora non ha dimestichezza con le dinamiche del trading, è consigliabile provare il forex con un conto demo, così da fare pratica per testare delle strategie di investimento o per provare a copiare le mosse di altri investitori, senza però giocare dei soldi veri;

Cos’è il conto demo e come aprirlo

 

Chi decide di fare trading sul forex ha la necessità di attivare un account presso una piattaforma, la quale si occupa di fungere da mediatore tra l’utente e il mercato. Scegliere il broker giusto è molto importante in quanto esso, oltre a custodire il capitale che il trader gli affida, gioca un ruolo fondamentale nell’esecuzione di alcune operazioni finanziarie. Il consiglio è, quindi, di affidarsi solo a operatori conosciuti dalla comunità di investitori internazionali, nonché di valutare solo chi è in possesso delle principali regolamentazioni sulla sicurezza. Inoltre, soprattutto per i neofiti, è opportuno optare per chi mette a disposizione un conto demo gratuito abbastanza sostanzioso.

All’interno del conto, infatti, vi possono essere depositati fino a 100.000 dollari virtuali, tuttavia le dinamiche di investimento ricalcano in tutto e per tutto quelle del mondo reale. Il trader può anche scegliere di attivare più conti appoggiandosi a piattaforme diverse, in modo da testarle tutte per trovare la migliore. L’unica avvertenza è che per avvalersi di un broker è necessario trasferirvi una cifra (nell’ordine di qualche centinaia di dollari) per iniziare a operare.

Le piattaforme con i migliori conti demo

 

Tra le piattaforme con il miglior conto demo spicca eToro, che propone ai suoi iscritti una vera e propria “palestra di trading” con 100.ooo dollari di prova. Questo broker è divenuto famoso per aver inventato il Copy trading: si tratta di un’innovativa modalità di investimento che prende spunto dal mondo dei Social network e lo fonde con quello finanziario. Il trader, infatti, può scegliere chi seguire fra gli investitori più bravi e ricopiarne le mossa. E’ anche possibile seguire le orme di questi big del trading utilizzando i loro stratagemmi proprio sul conto demo.

Un altro broker molto amato dagli utenti è l’inglese Plus 500. Esso ha il vantaggio di richiedere un deposito di soli 100 dollari e, di contro, fornisce l’opportunità di fare trading non solo sul forex, bensì anche su molti altri asset, fra cui le azioni, le materie prime e le criptovalute. Un’ultima piattaforma che prevede un buon conto demo è OBRinvest; ha un’interfaccia estremamente semplice e intuitiva ed è perfetta per chi è alle prime armi perché offre una vasta mole di materiale informativo da studiare gratuitamente.

 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->