Menichini aspetta un cenno, ma la società si guarda intorno

Scritto da , 18 Maggio 2015
image_pdfimage_print

di Enzo Sica

SALERNO. L’ultimo impegno stagionale prima del <rompete le righe> nessuno lo avrebbe voluto giocare dopodomani, mercoledì, perchè voleva dire aver perso la gara di Novara per aggiudicarsi la supercoppa. Invece la Salernitana che non ti aspetti, svogliata ed anche priva di mordente (non abbiamo capito perchè non c’erano le motivazioni giuste, forse le tante feste hanno disgtolto i calciatori dal fare una prestazione da Salernitana?) ha lasciato il <Piola> con una sconfitta che, probabilmente, fa dire addio alla conquista della supercoppa. Si perchè vincendo (ma non sarà facile, diciamolo subito) la gara contro il Teramo all’Arecbhi ci si potrebbe aggrappare ad una esile speranza che potrebbe essere la vittoria, in casa loro, proprio dei teramani contro il Novara. Ma i granata dovrebbero vincere con tanti gol di scarto e, poi, sperare che il Novara perda a Teramo. Insomma calcoli matematici, al momento, che potevano benissimo essere <baipassati> con la vittoria, in terra piemontese, che ad un certo punto della gara stessa, sembrava potesse materializzarsi visto il doppio vantaggio. Invece… Invece le solite amnesie difensive, che anche in campionato si sono evidenziate in alcune gare, hanno permesso a Corazza prima ed Evacuo, poi, di far pendere l’ago della bilancia dalla parte della squadra di Toscano che ha ribaltato la situazione a suo favore. E Menichini? Il tecnico toscano un pochino amareggiato per lo stop che <macchia> una stagione irripetibile, vistro anche che il presidente Lotito ci teneva molto a vincere questo trofeo, ha ribadito che contro il Teramo ci sarà bisogno di una gara perfetta per chiudere con una bella vittoria una stagione straordinaria.
Ma sul suo futuro, francamente, ha cercato ancora una volta di glissare. <Parlerò con il direttore e la società appena chiuderemo questa stagione>. Poche ma significative parole che la dicono lunga anche per mettere in preventivo un suo futuro lontano da Salerno. Lui, l’allenatore ha un contratto <blindato> vincolato alla promozione della Salernitana in B. Dunque un altro anno di contratto ma sembra che la società, dalle voci che girano da un bel pò di tempo, sia alla ricerca di una altro tecnico. Ai vari De Canio, esonerato dal Catania due anni fa, Gigi Delneri, forse lo stesso allenatore del Novara, Toscano che, comunque, ha fatto capire che resterà in Piemonte, si è aggiunta nelle ultime ore anche la voce di un interessamento per Bisoli, fresco esonerato dal Cesena con la squadra bianconera precipitata in serie B. Insomma un ventaglio di pretendenti che puntano ad una panchina importante come è quella della Salernitana anche se Leonardo Menichini, con molto <fair play> non lascia trasparire nulla, facendo capire che ci terrebbe molto a giocarsi le sue <chance> in serie B giocandosi le sue opportunità. Bisognerà vedere cosa ne pensa la società. Vedremo nelle prossime settimane quali saranno gli sviluppi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->