Maturandi: “Paura del vaccino? No, temiamo di più l’esame di maturità”

Scritto da , 3 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Primo giorno di vaccinazione per i maturandi campani. Con circa ventiduemila ragazzi dai 17 ai 20 anni che hanno aderito alla piattaforma che riceveranno una dose di Johnson o Pfizer (solo per i 17enni), dunque da ieri è iniziata la vaccinazione per i più giovani. A questi 22mila si devono poi aggiungere i 15mila della fascia d’età 17-20 anni già iscritti come caregiver o conviventi di fragili. Ieri mattina, al Teatro Augusteo di Salerno, divenuto da mesi centro di somministrazione del vaccino Anti Covid-19, si sono ritrovati centinaia di giovani studenti tra i 17 e i 20 anni, pronti per ricevere o la prima dose del Pfizer oppure l’unica dose del Johnson. Centinaia di ragazzi, alcuni accompagnati dai genitori, altri venuti da soli o con gli amici. Giovani studenti che hanno scelto liberamente di vaccinarsi sperando che questo sia l’inizio di un ritorno alla vita di prima… Lucio Monti ha 18 anni, frequenta l’ultimo anno del Liceo Regina Margherita ed ha scelto autonomamente di vaccinarsi… “Ho preso questa decisione per potermi sentire più sicuro e perchè credo che questo possa essere un nuovo inizio per noi giovani”.

Anche Melani Barrella, iscritta all’ultimo anno del Liceo Alfano I, ieri mattina era in coda davanti al Teatro Augusteo per ricevere la dose di vaccino. “Ho deciso da sola di vaccinarsi. Anche perchè tra poco senza il vaccino non si potrà fare molto. Quindi sinceramente ho preferito tutelarmi nella speranza di poter tornare ad una vita relativamente normale. Ho un po’ di paura, questo sì perchè se ne sentono tante, ma alla fine credo di aver preso la decisione giusta”.

La pensa allo stesso modo anche Lucia Mautone, anche lei studentessa dell’ultimo anno del Liceo Alfano  I di Salerno “Un po’ di paura c’è, ma meglio vaccinarsi per tutelarci, per fare una vita come prima. Almeno questa è la speranza di tutti noi. L’ansia dell’attesa c’è ma è un po’ meno rispetto a quella dell’esame di maturità che tutti noi che siamo qui stamattina stiamo iniziando a preparare”.

E’ iscritta invece all’ultimo anno dell’istituto Trani – Moscati di Salerno, Barbara Liguori: “C’è un po’ di paura per il vaccino comunque se ne sono dette tante. Credo che tutti abbiamo letto di alcune persone che hanno avuto delle reazioni non piacevoli al vaccino, ma come hanno detto anche le altre ragazze è meglio vaccinarsi sicuramente saremo più tutelati”. E alla domanda se fa più paura l’esame oppure il vaccino anticovid anche Barbara risponde “Più paura dell’esame sicuramente”.

Fabio Darino studente dell’ultimo del Liceo Scientifico Francesco De Sanctis, come gli altri ragazzi ha scelto autonomamente di vaccinarsi “Per essere più sicuro e per poter tornare a godere della vita di prima” e sull’esame di maturità anche Fabio la pensa come gli altri compagni… “Sto preparando il mio elaborato, sicuramente mi fa molta più paura l’esame che fare il vaccino”. Anche Pasquale Catino è uno studente dell’ultimo anno del Liceo scientifico Francesco De Sanctis: “Ho scelto di fare il vaccino oltre che per sicurezza personale, anche per poter avere il green pass che mi permetterà di andare all’estero senza dover fare il tampone. Dopo l’esame di maturità con i miei compagni ci stiamo già organizzando per andare a Zande, in Grecia. Sarà il nostro regalo di fine scuola”. E alla domanda se fa più paura il vaccino e esame di maturità il giovane Pasquale risponde: “Per niente, l’esame dipende da come studio io, quindi tutto dipende da me. per il vaccino invece sono stati fatti tanti studi e ricerche e poi sperimentazioni, quindi mi fido dei medici e dei ricercatori”. Le vaccinazioni per i maturandi proseguiranno anche nei prossimi giorni, stando a quando dichiarato dal governatore De Luca, entro sabato dovrebbero terminare per poi riprendere a vaccinare tutte le altre persone che sono iscritte in piattaforma. Intanto dalle 22 di ieri sera, in Campania è stata aperta la piattaforma per le adesioni alla campagna vaccinale sarà aperta anche ai cittadini della regione Campania dai 12 anni di età in su. Le relative convocazioni, nei prossimi giorni, sono ovviamente legate alla disponibilità dei vaccini e al progressivo completamento delle fasce di età per le quali la piattaforma era già aperta. Per la fascia di età 12-17 anni il vaccino che sarà somministrato è Pfizer. Complessivamente in Campania sono stati vaccinati con la prima dose 2.360.437 cittadini. Di questi 1.054.650 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 3.415.087. I dati delle vaccinazioni in Campania, fa sapere l’Unita’ di Crisi, sono aggiornati alle 17.00 di ieri. La regione con più casi nuovi è anche ieri la Lombardia con 519 (ieri +461), seguita ancora dalla Campania con +389 (martedì +275) e dalla Sicilia, con +289 (martedì +326), quindi il Lazio con +211 (martedì +195), la Puglia con +196 (martedì +227), il Piemonte con +190 (martedì +209) e il Veneto con +175 (martedì +106). I contagi da Covid – 19, totali salgono a 4.223.200 (martedì 4.220.304). In significativo aumento i guariti, 18.535 (martedì 10.313), per un totale finora di 3.886.867. Sempre in calo il numero degli attualmente positivi, -15.701 (martedì erano stati 6.923), i malati risultano ora in 210.050. E di questi, sono in isolamento domiciliare 203.259 pazienti.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->