Matrimoni e funerali in forma ridotta, l’arcivescovo Bellandi corre ai ripari

Scritto da , 28 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Ancora un incontro, ieri mattina, in Prefettura, per fare il punto della situazione sul Covid19, meglio conosciuto come coronavirus. Il prefetto Francesco Russo ha infatti riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, dopo l’incontro tenutosi mercoledì sera presso la sede della Regione Campania. Proprio in quell’occasione, il governatore De Luca ha dato l’annuncio dei due casi positivi in Campania. Al comitato erano presenti i sindaci della provincia di Salerno, in rappresentanza del consiglio dei sanitari dell’Asl e dei comuni sede di presidi sanitari; presente anche il presidente della Provincia Michele Strianese, il direttore dell’Asl Iervolino, il commissario straordinario dell’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno, il presidente dell’Ordine dei Farmacisti, i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico provinciale e dei Vigili del Fuoco. Dopo le disposizioni del governatore De Luca di chiudere scuole e università fino al 1 marzo, il prefetto Francesco Russo ha ribadito l’esigenza di garantire un corretto circuito informativo inter-istituzionale, armonizzare gli interventi delle istituzioni e, in particolare, dei sindaci, che dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalle autorità competenti in materia sanitaria nonché alle disposizioni del Governo e della Regione Campania. Sono poi stati gli amministratori locali a confrontarsi sulle varie problematiche che sono state riscontrate in questi giorni tanto da spingere i sindaci della provincia ad adottare provvedimenti eterogenei relativi alla sospensione delle attività didattiche, alle raccomandazioni da fornire ai cittadini, alla tipologia di rapporti con le autorità sanitarie competenti, alle manifestazioni pubbliche. In rappresentanza dell’Anci regionale il sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe che ha sottolineato come dall’incontro sia emersa una necessità di uniformare gli atti da adottare in ogni comune, che dovranno conformarsi a quanto riportato nelle valutazioni tecniche del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl. Intanto, un ennesimo incontro è in programma il prossimo 3 marzo, presso la sede di Palazzo Sant’Agostino con i sindaci dei Comuni della provincia per discutere di Covid19 e dell’emergenza sanitaria in corso in Italia. «L’incontro, che si terrà lunedì mattina a palazzo Sant’Agostino, ha lo scopo di gestire al meglio l’aspetto medico/epidemiologico e contenere quindi al minimo la diffusione del virus. Ma va gestito anche l’aspetto psicosociale delle nostre comunità, cioè la percezione del rischio che non va sottovalutata – ha dichiarato il presidente Strianese – L’emergenza in atto nel nostro Paese è stata affrontata sia dalle Autorità nazionali che regionali attraverso vari provvedimenti che hanno disciplinato i comportamenti da tenere e le misure di prevenzione. Faremo insieme il punto con la presenza del Prefetto di Salerno e degli altri componenti del Comitato provinciale Ordine e Sicurezza pubblica, anche al fine di garantire un corretto circuito informativo interistituzionale, armonizzare gli interventi delle Istituzioni e, in particolare dei Sindaci, che dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dalle autorità competenti in materia sanitaria nonché alle disposizioni del Governo e della Regione Campania». Infine, è stata condivisa dai sindaci presenti l’intesa di effettuare direttamente la disinfezione all’interno dei locali scolastici, in un’ottica di collaborazione, e di sospendere le manifestazioni pubbliche fino al 1 marzo nello spirito di una coesione istituzionale a fini cautelativi. Il Direttore dell’Asl, in relazione a quanto richiesto dai sindaci, ha assicurato la disponibilità a raccogliere le perplessità emerse, che verranno approfondite in questi giorni e sulle quali saranno forniti chiarimenti nella riunione di lunedì 3 marzo.

I PROVVEDIMENTI DEL COMUNE DI SALERNO A seguito delle linee guida fissate nel corso dell’incontro tenutosi ieri presso la Matrimoni e funerali in forma ridotta, l’arcivescovo Bellandi corre ai ripari Coronavirus – Nuove disposizioni per i sacerdoti dopo i casi positivi accertati in Campania: svuotate le acquasantiere e no al segno della pace A Sala Consilina manifestazioni sospese; stop forzato anche per l’Arechi Rugby “ ” L’incontro in prefettura prefettura, il Comune di Salerno ha disposto la cancellazione e/o rinvio di tutti gli eventi e manifestazioni in programma fino a tutta domenica 1 marzo. Inoltre, i vertici di Palazzo di Città hanno disposto l’affidamento del servizio di disinfezione straordinaria delle scuole comunali mediante appalto a ditte appositamente abilitate nel tempo assegnato dell’ordinanza dello scorso 26 febbraio a firma del presidente della regione Campania onorevole de Luca; le attività di pulizia straordinaria dovranno essere condotte secondo le modalità e i sistemi espressamente indicati dalla nota del direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Asl Dottor Domenico della porta agli atti istruttori del presente .

SOSPESI GLI ALLENAMENTI DELL’ARECHI RUGBY Visto il comunicato della Fir che prescrive la sospensione di tutte le attività fino al 2 marzo e considerata l’ordinanza della Regione Campania circa la prevenzione del contagio del coronavirus, l’Arechi Rugby annuncia la sospensione a scopo precauzionale degli allenamenti di tutte le categorie fino al 2 marzo.

I PROVVEDIMENTI DELL’ARCIVESCOVO ANDREA BELLANDI In considerazione delle circostanze che si stanno creando a causa della diffusione della diffusione del Coronavirus l’arcivescovo Bellandi ha disposto lo svuotamento delle acquasantiere; l’omisione dello scampio di pace; la comunione eucaristica distribuita sulla mano e non più direttamente in bocca e le dovute precauzioni da prendere durante le confessioni e in contesti di contatti personali. L’arcivescovo metropolita ha disposto che sarà compito dei sacerdoti spiegare ai fedeli «che si tratta di misure precauzionali da attuare per il bene della società». Al momento, le sante messe saranno regolarmente celebrate, fino a nuove comunicazioni.

A SALA CONSILINA FUNERALI E MATRIMONI IN FORMA RIDOTTA Il sindaco di Sala Consilina Francesco Cavallone ha disposto che “per le cerimonie religiose, i matrimoni civili , le unioni civili non rinviabili che si svolgono in strutture al chiuso è previsto lo svolgimento in forma privata e con un numero di partecipanti limitato. Per quanto riguarda le cerimonie funebri devono svolgersi in forma privata e con un numero di partecipanti limitato”. Inoltre, sono sospese fino al 10 marzo tutte le manifestazioni pubbliche o di iniziative aperte al pubblico che si svolgono in strutture al chiuso, già programmate sul territorio comunale. Il primo cittadino ha inoltre disposto che l’accesso alle palestre comunali e agli impianti sportivi comunali è consentito solo agli atleti appartenenti ad associazioni sportive dilettantistiche autorizzate allo svolgimento degli allenamenti.

A BRACIGLIANO ANNULLATA LA SFILATA DI CARNEVALE Il sindaco di Antonio Rescigno ha disposto, tramite l’affidamento a una ditta specializzata, interventi di sanificazione e disinfestazione di tutti i plessi scolastici che insistono sul proprio territorio di competenza, eseguiti già lo scorso 25 febbraio. Annullata anche la Grande Sfilata di Carnevale, in programma domani per le strade del Comune. Il Primo Cittadino, inoltre, ha rassicurato la popolazione, comunicando che la situazione è totalmente sotto controllo e, al momento, non si è registrato alcun caso sospetto, con tutti i competenti organismi sanitari pronti a gestire ogni eventuale emergenza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->