Maria Vitiello e l’Azione Cattolica Marra

Scritto da , 23 Marzo 2021
image_pdfimage_print

Secondo statuto l’azione cattolica italiana è un’associazione di laici impegnati che ha come scopo il concorrere al fine cattolico della Chiesa. L’origine dell’azione cattolica risale al 1867 quando Mario Fani e Giovanni Acquaderni fondano la “Società della gioventù cattolica italiana”. L’azione cattolica è sopravvissuta alle due guerre mondiali e alla pandemia che viviamo oggigiorno. Il motto dell’azione cattolica è << Preghiera, Azione, Sacrificio>>. Un’altra definizione attribuita all’azione cattolica fu data da Vittorio Bachelet, ex magistrato ed ex presidente dell’azione cattolica italiana; egli affermava che l’azione cattolica è una realtà di persone che si vogliono bene, all’interno della quale si creano delle relazioni umane tra i soci , fondamenta indiscutibili del gruppo di cui fanno parte. L’azione cattolica è costituita da vari sezioni secondo un ordine gerarchico: ogni azione cattolica parrocchiale ha un presidente, due responsabili di sezione, due di articolazioni e viaggia a stretto contatto con il parroco o assistente parrocchiale. Queste figure strumentali formano il consiglio parrocchiale dell’azione cattolica. L’azione cattolica Marra nasce il 27 gennaio 2013 col primo atto di tesseramento. Essa fa parte della terza zona, dell’VIII decanato della diocesi di Nola. Attualmente la giovane Maria Vitiello ricopre la carica di presidente dell’azione cattolica Marra. Ogni anno, in genere l’8 dicembre, i soci rinnovano il loro sì all’associazione con la cerimonia del tesseramento. L’azione cattolica è aperta a tutti: c’è il settore per i bambini dai 3 ai 14 anni, l’ACR (azione cattolica ragazzi); il settore giovani, per i ragazzi dai 15 ai 30 anni, e il settore adulti dai 31 anni in su. Al suo interno si organizzano incontri settoriali; ogni settore pianifica periodicamente un appuntamento per riflettere su un tema in particolare, durante il quale il responsabile del settore fa da guida/moderatore per poter procedere nel dibattito tematico; si tratta, infatti, di veri e propri incontri ideati per attivare un confronto, uno scambio di idee, oltre al fatto di seguire il percorso di crescita spirituale e personale di ciascuno.Si crea, pertanto, un legame familiare dove ogni socio si prende cura dell’altro. D’altronde è possibile offrire servizio per il bene della parrocchia e di quello cittadino. Nel corso degli anni l’azione cattolica Marra ha organizzato manifestazioni ed eventi che agiscono sul sociale. Un compito importantissimo è quello di occuparsi del bene comune, tutto ciò che riguarda anche la società civile e non solo quella cattolica. Anche in questo periodo estremamente particolare l’azione cattolica Marra non si è mai scoraggiata. Dal primo lockdown, munendosi di speranza e di perseveranza, non è andata in panico, si è subito attivata per operare all’interno della comunità sociale che l’accoglie. Essendo un’associazione nel mondo e non del mondo, ha fatto in modo di mettere al primo posto le persone; quindi, cercando di creare un clima di cura verso gli altri, soprattutto verso chi stava vivendo un momento di sconforto e difficoltà quotidiana. Per non perdere il clima di familiarità si è cercato di fare incontri online; inoltre, l’associazione si è impegnata per aiutare la parrocchia facendo dei pacchi caritas, cercando di creare una rete tra le persone, una collaborazione al fine di far sentire calore umano a tutte quelle persone che stavano vivendo un momento particolare. L’azione cattolica è proiettata verso il futuro. Un futuro prosperoso, ricco di speranza e fedeltà.

Giuseppina Miranda

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->