“Maria tra vangeli, musica e letteratura”

di Monica De Santis

Sarà Monsignor Marco Frisina il protagonista domani sera al teatro Augusteo di Salerno del nuovo appuntamento inserito nel programma messo a punto per l’Anno Giubilare indetto in occasione dell’Incoronazione dell’Icona Maria SS. di Costantinopoli (6 agosto 1922 – 6 agosto 2022), custodita nel Santuario di Sant’Agostino a Salerno. Monsignor Marco Frisina, alle ore 20, sarà il protagonista del concerto meditato “Maria tra vangeli, musica e letteratura”. Insieme con il sacerdote biblista e compositore ci sarà il Coro della Diocesi di Salerno Campagna Acerno diretto da Remo Grimaldi e i musicisti del Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Martucci” di Salerno. A presentare la serata, con ingresso libero fino ad esaurimento posti, sarà la giornalista Ersilia Gillio. Partendo dalla capacità di monsignor Frisina di fare della propria vita un messaggio, ma soprattutto di saperlo comunicare e condividere con gli altri, la meditazione di mercoledì sera diventa una nuova occasione per riflettere sulla figura di Maria attraverso tre punti di vista. I canti “Madre fiducia nostra”, “Totus Tuus”, “Vergine Madre”, “Ave mundi spes Maria” e “Magnificat anima mea” diventano in questo percorso quel tempo in musica necessario per cementare le parole di monsignor Frisina. “La presenza di monsignor Marco Frisina rappresenta un’opportunità importante non solo per la comunità ecclesiale ma per l’intera cittadinanza di Salerno perché propone, grazie ad un concerto meditato, una rappresentazione della figura di Maria di Nazareth che, attraverso la letteratura e la musica, riesce ad andare al di là della narrazione evangelica. In questo modo, credenti e non credenti, potranno godere di un momento culturale dal valore universale”, dice don Felice Moliterno parroco dell’Unità Pastorale Centro Storico (SS. Crocifisso – Santa Lucia – Sant’Agostino). A sostenere l’Unità Pastorale Centro Storico nel realizzare gli appuntamenti del Centenario sono la Regione Campania, la Scabec, la Provincia di Salerno ed il Comune di Salerno. Monsignor Frisina, nato a Roma nel 1954, dopo gli studi classici si è diplomato in composizione al Conservatorio di Santa Cecilia. Ha compiuto gli studi teologici presso la Pontificia Università Gregoriana conseguendo poi la licenza in Sacra Scrittura al Pontificio Istituto Biblico. Ordinato sacerdote nel 1982, da allora svolge il suo ministero nella diocesi di Roma. È stato assistente al Pontificio Seminario Romano Maggiore e poi direttore dell’Ufficio Liturgico del Vicariato di Roma dal 1991 al 2011 e rettore della Basilica di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli Artisti). È consultore del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, presidente della Commissione Diocesana di Arte Sacra della Diocesi di Roma e dal 2009 rettore della Basilica di Santa Cecilia in Trastevere. Tiene corsi presso la Pontificia Università della Santa Croce ed il Pontificio Istituto di Musica Sacra. Nel 1984 ha fondato – e da allora dirige – il Coro della Diocesi di Roma, attualmente composto da oltre 250 elementi e nato per l’animazione delle più importanti liturgie diocesane, molte delle quali presiedute dal santo Padre. All’animazione di queste, si sono aggiunti negli anni concerti in molte diocesi italiane ed estere e la partecipazione a numerosi eventi istituzionali, con esibizioni anche all’estero in vari Paesi, come Germania, Francia, Austria, Polonia e Stati Uniti. Dal 1985 è direttore della Pontificia Cappella Pia Lateranense nella Basilica di San Giovanni in Laterano, composta da 32 elementi e due organisti. Nel 1991 ha avuto inizio anche la sua collaborazione al progetto internazionale della Rai “Bibbia” sia come consulente biblista che autore delle musiche. Oltre a sei film del “Progetto Bibbia”, negli anni ha composto le colonne sonore di molti film a tema storico e religioso realizzati per Rai e Mediaset, tra i quali Michele Strogoff, Papa Giovanni, Giovanni Paolo II, Edda Ciano, Callas e Onassis, Pompei, Puccini, Paolo VI, Preferisco il Paradiso. Autore di numerosi canti di ispirazione religiosa, liturgici e paraliturgici conosciuti in Italia e all’estero, nella sua discografia sono presenti importanti collaborazioni a progetti di artisti italiani e internazionali. Tra queste, Silent Night. A Christmas in Rome, realizzato nel 1999 insieme al leader dei Chieftains Paddy Moloney e Dalla Terra, disco inciso nel 2000 da Mina, per la quale ha composto i brani Magnificat e Nada te turbe. Ha composto ed eseguito dinanzi ai pontefici Giovanni Paolo II e Benedetto XVI ventiquattro Oratori sacri ispirati a personaggi biblici o alla vita di grandi santi. Accanto a queste composizioni, meritano di essere citati altri tre oratori sacri: Cantico dei Cantici, scritto nel 2009 e rappresentato al Festival Anima Mundi di Pisa; Passio Caeciliae del 2011, eseguito a Roma ed a New York in occasione delle celebrazioni del 150º Anniversario dell’Unità d’Italia; Paradiso, Paradiso, rappresentato nel 2013 al 56° Festival dei Due Mondi di Spoleto, con la partecipazione di Giorgio Albertazzi come voce narrante. Cappellano di Sua Santità dal 1993, nel 1997 è stato nominato da Giovanni Paolo II accademico virtuoso ordinario dell’Accademia dei Virtuosi al Pantheon (Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Letteratura dei Virtuosi al Pantheon, della quale è assistente spirituale