Maria Rosaria Manconi: “Giusto il green pass per i docenti, bisogna tutelare gli alunni”

di Monica De Santis

Green pass obbligatorio per i docenti. E’ questa l’ultima novità in termini di rientro in presenza a scuola, voluta dal Govenro e che sta facendo discutere non poco tra favorevoli e contrari, tra chi il vaccino l’ha fatto e chi non lo vuole fare. Mercoledì, nel corso della sua visita a Salerno, anche l’ex premier Conte, ha parlato del ritorno a scuola in presenza, e della necessità da parte dei docenti di essere in possesso del green pass. Una scelta giusta, secondo l’ex premier, per garantire una maggiore sicurezza agli studenti e per evitare di dover tenere nuovamente le scuole chiuse per non far aumentare il numero di contagi. Una scelta quella dell’obbligo al green pass per i docenti che come abbiamo detto ha in parte diviso il mondo della scuola, tra favorevoli e contrari. Tra i favorevoli ovviamente coloro che hanno già fatto le due dosi di vaccino, contrari quella parte di docenti e personale Ata, pochi in Campania, che invece hanno scelto per motivi vari di non vaccinarsi… “Credo che l’obbligo del green pass per i docenti sia una scelta giusta, anche per tutelare soprattutto gli alunni più piccoli”. Si chiama Maria Rosaria Manconi, è una dei tanti, tantissimi docenti salernitani di sostegno. Entrata di ruolo, a Battpaglia, proprio in quest’anno scolastico che sta per iniziare, si dice, appunto favorevole al green pass… “Ho avuto il covid, non solo io, ma tutta la mia famiglia, ci siamo contagiati vivendo insieme. Siamo stati fortunati perchè l’abbiamo preso in una forma lieve, eppure comunque qualche fastidio l’abbiamo avuto. Ora che gli anticorpi sono ridotti al minimo, mi sono vaccinata, perchè? Facile, lavoro con alunni fragili, non posso e non è giusto metterli a rischio. Siamo educatori, abbiamo il dovere non solo di insegnare loro ma anche di proteggerli e se il vaccino può essere, anche solo una minima protezione, allora è giusto farlo. Credo che ci sono alcune categorie di lavoratori, quelli che stanno a contatto con i bambini, con i ragazzi, con il pubblico, che devono vaccinarsi, per loro stessi e soprattutto per difendere gli altri”. Nella nuova scuola dove andrà ad insegnare le hanno già chiesto il green pass? “Si, proprio l’altro giorno mi sono sentita con il personale di segreteria e tra i documenti che dovrò presentare mi hanno chiesto anche il green pass”. Si è vaccinata solo lei oppure tutta la sua famiglia? “Per il momento io e mio marito, abbiamo avuto una sola dose di vaccino, invece che due, proprio perchè entrambi abbiamo avuto il Covid. Sto decidendo se far vaccinare oppure no le mie figlie. Ho ancora qualche dubbio, anche se alla fine credo che farò fare anche a loro il vaccino, perchè dobbiamo tutelarci e soprattutto dobbiamo cercare di riprenderci la vita che avevamo”. E’ importante che si torni in presenza a scuola? “Certo, fondamentale, sia per i più piccoli che per gli adolescenti. Si deve tornare a scuola, si devono ricominciare tutte quelle attività scolastiche ed extra scolastiche, perchè i bambini ed i ragazzi ne hanno bisogno, non possono più rimanere chiusi a casa, hanno sofferto troppo, ora basta”.