Mara: La mia associazione Voce libera aiuterà il dialogo

Scritto da , 15 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

Voce libera “non sara’ una corrente. Penso pero’ che idee e proposte faranno benissimo a Fi. Del resto in passato sono nate altre associazioni, come Liberamente di Maria Stella Gelmini o Italia protagonista di Gasparri, e non hanno costituito un problema. Quindi pensare che vogliamo dare vita ad una nuova corrente e’ assolutamente pretestuoso”. A dirlo e’ Mara Carfagna in un colloquio con la stampa in cui spiega la nascita della sua associazione. “Il nostro obiettivo – spiega – sara’ rivitalizzare l’area di centrodestra, perche’ la maggioranza degli esponenti di Forza Italia non si rassegna ad essere il terzo partito della coalizione”. Berlusconi “sa, perche’ gliel’ho detto, che non e’ assolutamente mia intenzione fare strappi, che intendo rimanere in Forza Italia che e’ casa mia. Anche perche’ fa male vedere andare via dirigenti storici come Davide Bordoni. Voce libera non nasce perche’ io cambi partito, ne’ per fondarne altri”. “Vogliamo mettere insieme persone – continua – ma soprattutto idee concrete” senza chiusure nei confronti dei partiti di coalizione a partire dalla Lega: “L’associazione e’ assolutamente aperta, per dare voce ad un pezzo di Italia che ora non si sente rappresentato”. Su Salvini che chiede anche a Conte e alla maggioranza un tavolo “per salvare l’Italia”, Carfagna risponde: “E’ un appello condivisibile. Di fronte a tante emergenze dal punto di vista politico, economico, finanziario ed occupazionale la politica deve smettere di stare in campagna elettorale permanente, e provare ad individuare soluzioni”. Intervistata anche dal Messaggero, Carfagna sgombra ancora il campo da ogni equivoco: “Non siamo i nuovi responsabili che sosterranno il Conte bis. Questa associazione si propone di dare voce all’Italia moderata, liberale, riformista, europeista, e quindi aderira’ chiunque ne condivida spirito e obiettivi. Ci saranno anche persone aderenti a partiti diversi, ma sempre appartenenti a questo perimetro ideale”. E nega anche contatti con Renzi e Calenda: “Stiamo ricevendo gia’ tante adesioni anche oltre Fi, ma tutto abbiamo in mente fuorche’ dar vita a un progetto di ‘responsabili per Conte’. Non abbiamo nulla a che fare con eventuali operazioni di palazzo. Io non sosterro’ mai questo governo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->