Salernitana, Mancini è di nuovo più vicino

Scritto da , 21 Luglio 2013
image_pdfimage_print

L’era Sanderra in casa Salernitana è iniziata da meno di una settimana ma i rinforzi necessari al neo tecnico granata per lavorare in maniera quantomeno discreta stanno per arrivare. Sono in dirittura di arrivo gli ingaggi dei difensori Sbraga e Siniscalchi, del centrocampista Falasca e dell’attaccante Agodirin. Già nelle prossime ore potrebbero essere comunicati ufficialmente gli accordi con questi calciatori. Soltanto dopo il crisma dell’ufficialità saliranno in ritiro per mettersi a disposizione di Sanderra. Proprio per questo il tecnico sta spingendo, in maniera molto discreta, nei confronti della società per avere al più presto questi elementi. Anche perchè la rosa granata è molto scarna. Ieri, in occasione della prima amichevole stagionale, Sanderra è stato costretto a schierare per tutto il match Tuia e Zampa proprio perchè non aveva numericamente a sua disposizione ricambi in difesa e a centrocampo. Oltre al capitano della Primavera laziale Falasca, per rimpolpare la batteria di centrocampisti la Salernitana sta pensando sempre a Sacilotto, svincolatosi da Latina a fine stagione e richiesto da Sanderra. Ma l’obiettivo numero uno della Salernitana è un altro. Dopo aver mollato la presa per diverse settimane, la società granata è tornata prepotentemente alla carica per Manuel Mancini. Il centrocampista, attualmente in ritiro con l’Hellas Verona ma che di fatto vive da separato in casa dal momento che Mandorlini lo sta facendo allenare in disparte, ha fatto le proprie richieste economiche a Lotito in tempi non sospetti. Mancini chiede un contratto a cifre importanti, sulla falsariga di quello che scadrà l’anno prossimo col club scaligero. Dopo l’iniziale chiusura, anche a causa delle poche alternative valide reperite sul mercato, la Salernitana sta cominciando ad avvicinarsi alle richieste del centrocampista. Dal canto suo, il Verona, che in cambio da Lotito potrebbe avere il difensore lituano Stankevicius, non vede l’ora di liberarsi del centrocampista. Anzi, il ds gialloblù Sogliano ha offerto a Lotito anche il regista Gennaro Esposito, lo scorso anno in prestito al Perugia. Se ne parlerà più avanti, così come con Troiano che resta sempre in stand by. Resta invece chiuso il capitolo relativo a Perpetuini, che a meno di clamorosi stravolgimenti, si accaserà in serie B. Nel frattempo la Salernitana sta pensando anche a tagliare qualche elemento che non fa parte del progetto di Sanderra. Ieri sera è stato formalizzato il passaggio in prestito del giovane terzino sinistro Capozzoli all’Agropoli. Non appena arriveranno i rinforzi, Sanderra darà il via libera ad altre due cessioni: quella del difensore Silvestri e dell’attaccante Topouzis, che pure si stanno disimpegnando discretamente bene a Chianciano. Per loro fioccano le richieste dalla Seconda Divisione, Lotito li cederà al miglior offerente ma solo in prestito. Silvestri e Topouzis però potrebbero non essere i soli a partire. Per Gustavo continuano ad arrivare proposte, sia dalla Lega Pro che dalla serie B. La società granata le valuterà e poi, di concerto con Sanderra, deciderà se accettarle o meno. Intanto ieri si è accasato alla ambiziosa Casertana di mister Eziolino Capuano, l’ormai ex granata Geppino Rinaldi. Da tempo il difensore, che ha sperato fino alla fine in una chiamata di Lotito, era stato scaricato dalla Salernitana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->