Maksimovic: «Sono rinato con Ancelotti Prima o poi il Napoli vincerà lo scudetto»

Scritto da , 1 dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Redazione Sportiva

“Con Ancelotti sono rinato, è stato bello parlare con lui al primo giorno di ritiro dopo il mio ritorno dal prestito allo Spartak Mosca. Ci siamo capiti subito e ho capito cosa voleva. Ho davvero lavorato tanto per impormi al Napoli“. Parla così Nikola Maksimovic a Kiss Kiss Napoli. “Ringrazio il club russo, è stata una bella esperienza anche se lì la stagione è corta ed alla fine la squadra non ha centrato la qualificazione in Champions. Ora ci stiamo togliendo delle grandi soddisfazioni, nessuno credeva nel Napoli ed ora siamo primi nel girone. Il nostro gruppo fa la differenza”. Merito anche di Ancelotti: “Ha portato una mentalità vincente, era quello che ci voleva. Il gol subito dalla Stella Rossa ci ha fatto arrabbiare, appena molliamo un pò mentalmente subiamo delle reti. Questo non deve più capirare”, dice Maksimovic. Il serbo torna sul deludete pareggio di campionato col Chievo. “Noi abbiamo tentato in tutti i modi a vincere. I 50mila del ‘San Paolo’ ci hanno dato una grossa spinta, l’avremmo meritato. Ma il calcio è così, a volte il pallone non entra. Pensiamo all’Atalanta, e poi al Liverpool. Io solo nella difesa a 3? All’inizio lo dicevano, sono felice di essermi mostrato utile anche a 4. Sarri? Anche lui ha tanti meriti, non parlo male del mio ex allenatore nonostante io abbia giocato poco con la sua gestione. Ora sto bene e voglio far vedere di cosa sono capace”. Maksimovic parla anche di Atalanta-Napoli: “Lì c’è un ambiente sempre caldo e la squadra gioca un calcio fisico. Avremo contro Duvan Zapata, uno molto bravo sia fisicamente che tecnicamente e che è migliorato assai”. Maksimovic condivide il reparto con Koulibaly ed Albiol. “Kalidou è il miglior difensore al mondo, anche Raul è una vera e propria eccellenza ed aiuta tutti noi coi suoi consigli. Napoli è il posto più bello che ci sia per vincere lo scudetto e sarebbe un sogno. Ancelotti all’inizio parlava dell’importanza del gruppo, che in questi anni gli è sempre mancato. Dice che possiamo fare qualcosa di importante. Anche se siamo a 8 punti di distanza dalla Juve possiamo dire sempre la nostra. Con il mister siamo solo all’inizio, prima o poi ce la faremo”. Dopo la vittoria in
Champions contro la Stella Rossa, il Napoli andrà di scena lunedì sera a Bergamo contro l’Atalanta. Gli orobici dovranno fare a meno di Ilicic, espulso nell’ultima gara di campionato contro l’Empoli. Ancelotti sembra intenzionato a confermare il 4-2-2 soltanto con qualche modifica rispetto alla sfida di Champions. Ci sarà dal primo minuto al centro dell’attacco l’ariete polacco Milik con Maksimovic titolare al fianco di Koulibaly. Turno di riposo per Raul Albiol, uscito acciaccato contro la Stella Rossa.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->