Ma che bella… Salerno pulita

Scritto da , 31 Luglio 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Ore 15,52, di venerdì 30 luglio 2021. La temperatura segna 32° e per le vie del centro storico, quando tutti i negozi sono chiusi per la pausa pranzo, ad escusione di qualche bar e tabacchi, ci sono due turisti che camminano cercando di capire come arrivare al Duomo.

Si trovano in via Da Procida, quando chiedono informazioni sulla strada più breve per la Cattedrale e su cos’altro possono andare a visitare.

Ed è così che indicandogli San Pietro a Corte si ritrovano a salire per via Dei Canali, giungendo n quel punto dove a sinistra c’è Palazzo Frescione e il Complesso di San Pietro a Corte e a destra, subito dopo il Municipio vecchio quella che una volta era l’entrata della chiesa dei Santi Crispino e Crispiniano dei calzolai e che oggi è diventata una discarica abusiva.

“Che puzza!” il loro commento, “Ma come fanno a vivere con tutti questi rifiuti sotto le finestre di casa?” La domanda che si sono posti, mentre hanno proseguito la loro visita per la città, incontrando, loro malgrado altri sacchetti dei rifiuti lungo tutto il loro percorso.

E la storia è sempre la stessa. La stessa di ogni giorno, soprattutto nel centro storico, soprattutto nei vicoli e vicoletti, dove di controlli neanche a parlarne. Inutili anche le telecamere posizionate proprio davanti alla chiesa dei Santi Crispino e Crispiniano dei calzolai, perchè ad oggi nessuno è stato multato e la spazzatura continua ad essere lasciata in quel punto ed in altri punti del centro storico come se nulla fosse.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->