M55, Ue non sa di indagini su piazza della Libertà a Salerno

Scritto da , 25 Maggio 2015
image_pdfimage_print

“Abbiamo scoperto che non c’è passaggio di informazione tra il Comune diSALERNO, la Regione e Bruxelles. Abbiamo portato le istanze e le domande dei cittadini a Bruxelles e abbiamo così scoperto che la Commissione europea non è assolutamente informata del fatto che, per quanto riguarda i finanziamenti che si sono avuti per Piazza della Libertà, ci sono sentenze penali, indagini della magistratura e del Consiglio di Stato”. A dirlo l’eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Isabella Adinolfi, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina nella la sede di piazza Malta, a SALERNO e alla quale hanno partecipato anche i parlamentari salernitani Mimmo Pisano ed Andrea Cioffi. Nel corso dell’incontro si è discusso di “Piazza della Libertà, storia di un fallimento europeo”. “E’ una risposata – rimarca l’eurodeputata pentastellata – che lascia sbalorditi perché noi immaginiamo che tutto funzioni alla perfezione e invece ci sono informazioni che vengono tenute nascoste. Ci sono organi preposti che dovrebbero fornire queste informazioni, quando si tratta di fondi europei sotto indagine, e invece questo passaggio non viene fatto. Abbiamo anche scoperto – rimarca Adinolfi – che una parte dei fondi che erano stati stanziati per il recupero del centro storico alto di SALERNO sono stati dirottati per la pavimentazione di Piazza della Libertà. Credo che i fondi europei, questa opportunità che le nostre tasse ci danno, dovrebbero essere spesi come un buon padre di famiglia farebbe e devono servire per creare posti di lavoro e migliorare la qualità della vita dei cittadini. A me non interessa sentire il politico che dice che dobbiamo investire su turismo, beni culturali e archeologia, quando poi ci sono fondi che l’Europa ci dà che vengono dirottati per pavimentare un parcheggio che già esisteva”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->