L’Unisa cambia il codice: «Vertici non potranno candidarsi»

Scritto da , 20 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

L’Università degli Studi di Salerno pensa alla norma “anti – Tommasetti”. Il senato accademico modifica il codice etico dell’Ateneo di Fisciano, su richiesta di alcuni componenti. In sostanza rettore, pro rettore, presidente di Fondazione e direttori di area didattica non potranno accettare incarichi politici o candidature. Dunque l’era Loia, così come presagito fin dall’insediamento, cambia rotta rispetto al passato, strappando definitivamente con il suo predecessore e suo “supporter” nella corsa al rettorato. Le modifiche al codice etico e ai regolamenti garantiranno, secondo quanto discusso nella seduta del senato accademico dello scorso 17 dicembre, “l’adozione di comportamenti e azioni “etiche” che eviteranno di compromettere o anche gettare ombre sull’autonomia, sull’imparzialità e sul prestigio della nostra Università”. Naturalmente, quello di Tommasetti è l’ultimo caso che si è verificato all’Ateneo salernitano, da sempre e storicamente trampolino di lancio per politici. La stessa Fondazione è presieduta da Caterina Miraglia, già assessore regionale della giunta Caldoro. Una norma, dunque, che arriva anche con l’approssimarsi degli appuntamenti elettorali in Regione Campania. Inoltre, sempre nel corso dell’ultima seduta, sono stati istituti nuovi corsi di studio, così come annunciato dalla Cisl Università. L’offerta formativa sarà integrata con il corso di Laurea Magistrale in Data Scienze and Innovation Management (Dipartimento di Scienze giuridiche e Dipartimento di Scienze Aziendali – Management & Innovation Systems); corso di Laurea in Giurista d’impresa e delle nuove tecnologie (Dipartimento di Scienze giuridiche); corso di Laurea Magistrale interateneo in Progettazione dei servizi educativi, formativi, “Media Education” e tecnologie per l’inclusione nei contesti formali e non formali (Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione e Università degli Studi di Napoli “Parthenope”). Ancora il rettore Vincenzo Loia si è impegnato a proporre per il prossimo anno accademico l’istituzione del corso di Laurea Magistrale in Psicologia di comunità per i contesti formativi, per il benessere e lo sport (Dipartimento di Scienze Umane, Filosofiche e della Formazione).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->