Luigi Greco: «Mascherina? Deve indossarla il contagiante, non il potenziale contagiato»

Scritto da , 28 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

«Virus e batteri sono indispensabili per la sopravvivenza dell’essere umano. E’ errato pensare di sconfiggerli con soluzioni disinfettanti o sterilizzanti». Così l’infettivologo Luigi Greco ai microfoni di Radio Bussola 24 nell’ambito del format “Salute e prevenzione” firmato Centri Verrengia, in collaborazione con Gruppo Stratego. Puntata eccezionale quella di ieri mattina (partecipata dal “Vitruvio Medic Center”), in luogo della terza tappa del tour nelle scuole, tappa, appunto, rimandata di alcune settimane a seguito dell’ordinanza di sospensione delle attività didattiche della Giunta Regionale. A Greco il compito di sfatare bugie e falsi miti in merito all’epidemia e alla psicosi dilagante in Campania a seguito della scoperta di due tamponi positivi. «La mascherina deve essere indossata dal contagiante, non dal potenziale contagiato – ha ribadito il medico. – Andare in giro con la mascherina è pura follia, così come effettuare tamponi a tutto spiano». E poi: «Il coronavirus si trasmette da uomo a uomo, non toccando oggetti inanimati. Tra i soggetti più vulnerabili, sicuramente le persone in età avanzata a causa della presenza contestuale di altre patologie. Eppure è inutile creare allarmismi. Dall’inizio del mese, infatti, sono morte ben 157 persone per influenza. Il rapporto tra influenza e covid-19 è di 157 a 1. E’ necessario, dunque, mantenere la calma, rispettando le normali norme igienico-sanitarie». E ha aggiunto: «I nostri figli sono cresciuti con la paura delle malattie: prima la sars, poi l’ebola, ora il coronavirus. Tutto ciò crea solo ignoranza nelle giovani generazioni. E’ importante approcciarsi con lucidità e consapevolezza, preservando la propria salute attraverso stili di vita (dall’alimentazione allo sport), appunto, salutari». Il tour Verrengia riprenderà, dunque, nelle prossime settimane dall’istituto d’istruzione superiore “Genovesi-Da Vinci”. Tra gli ospiti relatori, il direttore generale della Pallacanestro Salerno, Carmine Parrella, il responsabile dell’organizzazione del Gruppo Logos, Vincenzo Marino, oltre agli esperti dei Centri Verrengia, il biologo nutrizionista Antonio Cretella, e l’osteopatia Gaetano Vuolo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->