Luci d’Artista e partecipate, incontri al Comune Fino al 28 settembre nulla si può cambiare

Scritto da , 21 settembre 2018
image_pdfimage_print

Andrea Pellegrino

Premessa: fino al 28 settembre non si tocca nulla. Da Santa Lucia fino a Palazzo Guerra resta tutto congelato fino alla pronuncia della sentenza sul Crescent. Per ora, anche in attesa che passi San Matteo, al Comune di Salerno ci sono stati solo incontri organizzativi. Anche gli eventuali cambi di dirigenti sono rinviati a fine mese. L’unica accelerata potrebbe riguardare il settore politiche sociali dove è in ritorno Tommaso Esposito che nelle ultime settimane avrebbe ritrovato, definitivamente, la pace con l’assessore al ramo Nino Savastano. Per il resto, congelate le posizioni di Elvira Cantarella (comandante dei vigili urbani) e di Luca Caselli (dirigente del settore ambiente). Sulla scrivania del sindaco Napoli al momento ci sono due aspetti organizzativi: l’incontro di calcio tra Salernitana e Verona, in programma per il 29 settembre e l’avvio delle installazioni di Luci d’Artista. Ieri mattina un summit con l’ingegnere Cantarella, alcuni assessori e lo stesso primo cittadino. Nei giorni precedenti, invece, si è fatto il punto sulle partecipate tra l’assessore Della Greca e gli amministratori delle società. Dal confronto sarebbero emerse difficoltà finanziarie che preoccupano l’amministrazione comunale. Ma anche in questo caso il tutto sarebbe stato rimandato a fine mese. Compresi eventuali cambi ai vertici delle società.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->