Lucchetto alle poste centrali, disagi per gli utenti: esposto di Agosto

Il grande portone delle poste centrali “blindato”. Ieri mattina brutta sorpresa per i salernitani che come ogni mattina si erano recati all’ingresso delle poste centrali, un cartello che avvisa la sospensione del servizio infatti dal 13 luglio, con tanto di indicazione degli uffici in sostituzione. Il gruppo Rousseau presenta così un esposto in Procura per interruzione di pubblico servizio. Un’istanza in tribunale per l’immotivata chiusura  degli uffici delle Poste di Corso Garibaldi. “Le istituzioni salernitane sempre più assenti” si legge in una nota del gruppo grillino salernitano. Dopo oltre un mese dalle elezioni, Salerno è ancora senza un consiglio comunale ed una giunta che si preoccupa di fare propaganda, invece di risolvere i problemi ambientali derivanti dalla proliferazione di blatte, scarafaggi e topi in città ed un mare ed aria inquinata. Il gruppo Rousseau presenterà un esposto in Procura per tutelare i cittadini salernitani. Il Comune, quale espressione della collettività, ha un evidente interesse a che il servizio postale venga svolto nell’intero territorio comunale in modo consono alle esigenze dei cittadini.  Il Comune è rimasto però inerte senza tutelare i cittadini e pertanto gli organi comunali – in primis il sindaco – si assumeranno le loro responsabilità. L’interesse pubblico al mantenimento dell’ufficio postale centrale – Agenzia, n. 1 di Salerno – é prevalente certamente rispetto ad interessi di natura privatistica, trattandosi di un servizio universale quale è il servizio postale. L’amministrazione comunale ha il dovere di rispondere ai cittadini anche sulla questione delle Poste trattandosi di uno standard primario”.