Lombardi: “Subito un piano straordinario regionale per la ristrutturazione e l’efficientamento energetico”

Scritto da , 23 Maggio 2015
image_pdfimage_print

“I dati evidenziati dal nostro Centro Studi – ha dichiarato il Presidente di Ance Salerno Antonio Lombardi – confermano una situazione di sostanziale immobilità nell’indispensabile percorso di adeguamento qualitativo del patrimonio abitativo privato e pubblico soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia. La maggior parte delle case ha un’età superiore ai 40 anni e un’ulteriore significativa quota risulta edificata tra il 1971 ed il 1990. In questo contesto si spreca, quindi, un’ulteriore occasione di rilancio delle filiera delle costruzioni strettamente legata alla politica del riuso e della rigenerazione urbana. Eppure la strada degli interventi di miglioramento della vivibilità interna e della qualità ambientale delle abitazioni è quella maggiormente praticabile non solo per ottenere significativi risultati sotto il profilo del risparmio energetico, ma anche per avviare una seria strategia di abbassamento dell’impatto ambientale”. “Preoccupa – ha continuato Lombardi – il trend in ascesa dei residenti in tipologie di alloggio solitamente destinate a presenze transitorie. Il disagio sociale e l’emergenza economica hanno costretto soprattutto al Sud numerose famiglie a vivere in condizioni di fortuna”. “Anche in questo caso – ha concluso Lombardi – è indispensabile prevedere nel più breve tempo possibile misure emergenziali a sostegno delle famiglie il cui reddito ricade nelle fasce di povertà”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->