L’esclusione del “diverso” al Marte

Scritto da , 18 novembre 2018
image_pdfimage_print

Esclusione: la condizione di chi viene posto ai margini della società, estromesso dai rapporti sociali, fino alla negazione dei diritti civili. La storia ci ricorda le aberrazioni e le distorsioni che una politica di regime può operare sul popolo che governa, e proprio il ricordo ci riporta al presente un’immagine che sorprende e a tratti sconvolge. Parte da qui, snodandosi attraverso documenti, incontri, mostre e rappresentazioni teatrali l’evento organizzato dall’ Associazione Culturale “C’è Cultura su Marte” in programma da novembre 2018 a gennaio 2019 al Marte – Mediateca Arte Eventi di Cava dei Tirreni. Il titolo del singolare evento è “L’esclusione del Diverso. Le leggi razziali ottanta anni dopo”.
Al taglio del nastro interverranno: Pamela Giorgi, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa (il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione) Giovanna Lambroni della Biblioteca Marucelliana di Firenze, il direttore del Museo di Campagna Marcello Naimoli, il direttore dell’Archivio di Stato di Salerno Renato Dentoni Litta ed il Sindaco di Cava dei Tirreni Vincenzo Servalli, modera Gianluca Cicco.
«Dopo tante mostre dedicate alle arti figurative, ci soffermiamo per otto settimane circa, sulla importanza della scuola per la trasmissione dei valori della nostra civiltà ai ragazzi, protagonisti del futuro – spiega il presidente del Marte Dorotea Morlicchio – Ricordiamo insieme, attraverso testimonianze e testi, quaderni e oggetti, una pagina nera della storia d’Italia e la evochiamo alla nostra maniera, con teatralizzazioni e il coinvolgimento dei visitatori che spingeremo a partecipare alle nostre riflessioni».
La mostra sarà visitabile tutti i giorni, dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 13.00 e dalle 16:30 alle 20:00;

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->