Lavori pubblici, Regione lavora a ritmi serrati: “bisogna pianificare interventi”

Scritto da , 27 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Tagli del nastro e consegne di opere completate, apertura di nuovi cantieri e ripartenza di servizi ad alta valenza turistica come le vie del mare: sembra ormai ripresa a pieno ritmo pre-pandemia l’attività regionale anche nel campo dei lavori pubblici e dell’urbanistica, vista la fitta agenda delle ultime settimane del consigliere Luca Cascone, presidente della Commissione Consiliare permanente ai due settori, oltre che ai trasporti. “È una grande soddisfazione e una gioia – conferma Cascone – riprendere a pieno ritmo a girare la nostra provincia sia per dare l’avvio a nuovi e attesi cantieri che per vedere completate opere importanti per i territori. Venerdì abbiamo dato il via ai lavori di miglioramento della SP 2, arteria nevralgica che mette in collegamento i comuni della Costiera Amalfitana con l’Agro Nocerino Sarnese e l’Area Vesuviana. L’opera, finanziata dalla Regione Campania con oltre 3 milioni di euro, interessa i Comuni di Tramonti (Ente capofila), Maiori, Corbara e Sant’Egidio del Monte Albino e riguarda lavori di estrema importanza di miglioramento dell’efficienza funzionale e della viabilità, anche in termini di sicurezza, dei centri urbani coinvolti, per un totale di 21 km, che i cittadini residenti, i lavoratori pendolari e i turisti attendevano da tempo. La scorsa settimana abbiamo inaugurato insieme al Sindaco Antonio Gentile la ‘nuova’ Piazza Plebiscito a Sapri, completamente rinnovata rispetto al passato. I lavori, che sono durati un anno e mezzo circa anche a causa della pandemia che ne ha rallentato l’esecuzione, hanno interessato sia il restyling della piazza dove sorge la Chiesa Madre, resa anche in parte pedonale, sia il rifacimento del manto stradale e una serie di opere accessorie nelle vie limitrofe, per una riqualificazione complessiva del centro della città della Spigolatrice. A breve inizieranno anche i lavori al Porto cosi da completare l’opera di rinnovamento e rilancio della città portata avanti in piena sinergia dalla Regione Campania e dall’amministrazione comunale di Sapri. Qualche giorno prima ho avuto il piacere di presenziare con il Sindaco Franco Alfieri all’inaugurazione del primo tratto di lungomare a Capaccio-Paestum: la nuova passeggiata, che allieterà turisti e cittadini in località Laura Mare, è il primo stralcio dell’intervento di riqualificazione ambientale e rilancio della fascia litoranea della città che non aveva un lungomare riqualificato e illuminato e, finalmente, potrà offrire una passeggiata in sicurezza lungo il litorale dal volto completamente nuovo. Da una costa all’altra, sempre la scorsa settimana sono stati conclusi i lavori della Regione Campania per la riparazione e messa in sicurezza del molo di Positano: la banchina di approdo della perla della Costiera Amalfitana è tornata agibile e in brevissimo tempo saranno riattivate le Vie del Mare, per consentire la imminente ripartenza della stagione turistica. Continuiamo, insomma, l’incessante lavoro sotto la presidenza De Luca per il rilancio del nostro territorio con una visione d’insieme che non ha precedenti nella Regione Campania”. Quando parla di “visione d’insieme” cosa intende in particolare? “Il sostegno e il rilancio del turismo in Campania passa anche e soprattutto per i trasporti: dopo questo ultimo difficile anno e mezzo è ancor più necessario attivare e pianificare politiche, interventi e iniziative utili per la ripresa di uno dei settori economici più colpiti dagli effetti dello stato di emergenza epidemiologica. Lo stanziamento della Regione Campania di 2milioni di euro per il progetto delle “Vie del Mare” si inserisce in una strategia complessiva di sviluppo socio-economico del territorio portata avanti dal presidente Vincenzo De Luca per conseguire nuovi obiettivi di crescita in settori nevralgici particolarmente rilevanti per la Campania quali il turismo, con una stretta circolarità tra comparto turistico, sviluppo territoriale integrato e mobilità. La programmazione dei servizi di trasporto marittimo ad alta valenza turistica riguarda le stagioni 2021 e 2022 e interessa i versanti cilentano, flegreo e vesuviano: 6 linee che toccheranno 27 porti, collegando località tra le più belle della nostra regione, a supporto non solo della mobilità dei turisti ma anche delle comunità locali, contribuendo contestualmente al miglioramento dell’accessibilità di determinate aree costiere e al decongestionamento delle principali arterie di traffico su gomma. Accanto all’impegno per sostenere e promuovere le nostre destinazioni turistiche per eccellenza, questa governance continua a lavorare senza sosta e a investire risorse per lo sviluppo e il sostegno delle nostre aree interne, in virtù di quella visione d’insieme che punta alla valorizzazione di tutto il territorio regionale, dai capoluoghi alle periferie, dal mare alla montagna”. Come prosegue il programma portato avanti dalla giunta De Luca a sostegno delle aree interne? “A fine maggio abbiamo dato il via ai lavori per la realizzazione della Strada intercomunale Salvitelle-Buccino: un collegamento rapido, insistente su un vecchio asse viario, richiesto da quasi 50 anni dalle comunità locali, in particolare da quella salvitellese che finalmente tornerà su un’arteria di collegamento principale. L’opera, finanziata dalla Regione Campania per oltre due milioni di euro, costituisce il completamento di una bretella di collegamento rapido tra la SP427 (Caggiano – Salvitelle – Mattina di Auletta) e la ex SS 407 (Buccino Scalo – Vietri di Potenza): la strada porterà l’abitato di Salvitelle ad essere collegato molto agevolmente con la ex SS 407, secondo il percorso più breve, e consentirà di accedere direttamente alle arterie principali regionali ed interregionali (Basentana, autostrada SA-RC) oltre che raggiungere agevolmente le stazioni ferroviarie di Buccino e Romagnano al Monte. Oltre a rivestire un vantaggio socio economico per gli abitati, l’intervento contribuirà alla tutela dei territori serviti, favorendo la ripresa della colture dell’olivo, della vite e delle seminagioni: la regimentazione delle acque, con le dovure cunette e opere d’arte, e il potenziamento dei tombini stradali in cui defluiscono i valloni, permetteranno la salvaguardia di movimenti franosi delle coltri superficiali organiche e coltivabili dell’intera area, con un impatto positivo sull’assetto idrogeologico del territorio. Inoltre, per la viabilità dei piccoli comuni (con popolazione inferiore a 2.000 abitanti) la Regione Campania è pronta a finanziare altri 67 progetti. Il presidente De Luca ha richiesto e ottenuto l’anticipo di 40M€ sul fondo FSC per finanziare tutti i progetti esecutivi coerenti con il programma di intervento sulla viabilità dei piccoli Comuni. Le nuove risorse garantiranno, con i 10 M€ già stanziati dalla Regione, i 50 milioni di euro necessari alla copertura finanziaria agli Enti Comunali che hanno presentato un progetto e non hanno avuto accesso a ulteriori risorse sulla viabilità. Saranno così finanziati 67 progetti esecutivi: questi interventi completeranno il grande programma sulla viabilità realizzato in questi ultimi anni dalla Regione Campania, aggiungendosi agli oltre 330 progetti già finanziati per oltre 640 milioni di euro. Continuiamo a correre nella giusta direzione con una marcia in più, senza lasciare indietro nessuno”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->