“La Procura di Salerno serve solo a preparare i candidati del Pd del futuro”

Scritto da , 15 Settembre 2020
image_pdfimage_print

“In Campania le scuole sono state aperte perchè De Luca ha evitato di infilarsi in un altro problema”. Inizia con un attacco al presidente De Luca l’intervento del senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, intervenuto ieri mattina a Salerno per incontrare i candidati al consiglio regionale della Campania. Secondo il dirigente di Fi, il governatore campano “ha, dunque, guadagnato tempo perchè in Campania, come altrove, cattedre scoperte, procedure non chiare, speculazioni e imbrogli sui banchi”. “Il Pd, partito di De Luca e di Zingaretti, che governa il Paese con gli sciagurati Conte e Azzolina – rimarca Gasparri – ha lasciato le famiglie nello sconforto”. E, perciò, “ci affidiamo agli insegnanti che, con grande abnegazione, lavorano nella scuola, al personale tecnico della scuola che, mai come in questa occasione, sarà prezioso supporto per le famiglie e, ovviamente, alla saggezza dei genitori e dei ragazzi che sono chiamati anche ad una capacità di autogoverno perchè questo è un Paese che non ha un Governo, ma una banda di ignoranti, incapaci e delinquenti che governano il Paese per modo di dire, senza una legittimazione democratica”. Da qui, i suoi “auguri a chi, nella scuola, ci lavora, chi la deve frequentare; vituperio a chi la scuola, il Governo, l’ha ridotta così. E non poteva mancare un riferimento alle inchieste giudiziarie che hanno coinvolto il presidente di Palazzo Santa Lucia a pochi giorni dal voto: “Io penso che di De Luca si dovrebbe occupare la Procura di Salerno”, ha detto il senatore Maurizio Gasparri, a Salerno per sostenere la candidatura di Stefano Caldoro alla presidenza della Regione Campania. “La questione morale si pone: c’è una presidenza della Regione indegna, inefficiente. Come si fare a rieleggere uno così che è un incrocio tra Maduro e un cinepanettone perchè ha l’arroganza da dittatore sudamericano però è ridicolo come i personaggi dei cinepanettone e poi si fa l’imitazione dell’imitazione che fa l’imitazione per umanizzarsi. Sono solidale – ha aggiunto Gasparri (riferendosi all’inchiesta che coinvolge il governatore ndr.) con la polizia municipale di Salerno che viene esposta da questo presidente. Alcuni vengono presi e trasformati in dirigente perchè poi lui deve andare anche contromano e questo getta un discredito su gente che invece lavora nelle strade con grande fatica e sudore”. Da qui poi una serie di attacchi al governatore uscente e alla sua famiglia: “De Luca e la sua famiglia sono la sintesi del peggio che esista nel mondo. Non faccio appello alla procura di Salerno perchè la Procura di Salerno serve forse a preparare i candidati del PD del futuro come abbiamo visto”, ha concluso riferendosi all’ex procuratore Franco Roberti poi eletto eurodeputato con i Dem. E infine un pensiero lo ha rivolto al leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dimesso dall’ospedale dopo aver contratto il Covid: “Facciamo un applauso al presidente Berlusconi che è uscito dall’ospedale – ha detto – Oggi, è uscito bellissimo, a colori, fantasmagorico. Anche quello è un messaggio. Ci siamo, alla faccia di chi ci vuole male”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->