La polizia municipale “impiegata” per i privati: l’interrogazione di Celano

Scritto da , 21 giugno 2018
image_pdfimage_print

Le retribuzioni per quanto riguarda il servizio straordinario di sicurezza effettuato dalla polizia municipale di Salerno per gli incontri della Salernitana in casa, non sono state ancora effettuate. Un servizio reso dal Comune di Salerno questo, per un privato ma che deve comunque essere retribuito. Quella sui servizi esterni erogato dai vigili urbani dunque è una polemica senza fine. Proprio ieri infatti il consigliere di Forza Italia Roberto Celano ha inviato un’interrogazione a risposta scritta e orale al primo cittadino Enzo Napoli, alla comandante Elvira Cantarella e al revisore dei conti in quanto dopo una precisa denuncia della Cisl, adesso il consigliere di opposizione vuole vederci chiaro. “Il Comune ancora eroga ore di lavoro che gravano sui tributi della cittadinanza – secondo la denuncia del sindacato – e distrae personale della polizia municipale impiegandoli in servizi resi a privati, visto che la legge lo vieta espressamente”. “Tale denuncia appare grave e, se fondata, gli episodi descritti determinerebbero un grave danno erariale per l’Ente – ha sottolineato Celano che adesso chiede di sapere se la denuncia corrisponde alla realtà e chiede una risposta all’amministrazione comunale – e in quali servizi a privati sarebbero impiegati agenti della Polizia Municipale? Quante ore di lavoro vengono “illegittimamente” fornite da agenti della Polizia Municipale per attività svolte non nell’interesse della comunità”. Infine il consigliere di Forza Italia ha dichiarato: “Se e come intendono il sindaco e l’Amministrazione, eventualmente non rispondesse al vero quanto “denunciato” dai sindacalisti, tutelare la propria immagine dall’accusa di grave ipotesi di reato?”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->