La nuova scommessa della Salernitana: ingaggiato il difensore Bernardini

Scritto da , 3 novembre 2015
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. Un corazziere per Vincenzo Torrente e la Salernitana. Sarà Alessandro Bernardini, difensore centrale -ma in grado di ricoprire anche i ruoli di terzino destro e di centrocampista centrale- la pezza da mettere nella rosa granata dopo le defezioni, tutte dovute ad infortuni seri, di Tuia, Trevisan, Schiavi e Lanzaro che hanno decimato il roster di centrali a disposizione del trainer di Cetara. Bernardini, alto 191 centimetri per 87 chilogrammi di peso, ha sottoscritto ieri sera un contratto della durata di una stagione che prevede l’opzione di rinnovo in favore del club granata e già a partire da questo pomeriggio si aggregherà al gruppo che si allenerà al Volpe. Torrente, di concerto con staff tecnico e sanitario, ne esaminerà subito la condizione atletica per stabilire se sarà o meno convocabile per la trasferta di Bari. Come detto Bernardini è un difensore centrale molto forte fisicamente, abile nel gioco aereo ed in marcatura che vanta già una certa esperienza. Ha infatti collezionato in serie B già 119 presenze tutte con la maglia del Livorno ed anche 13 gettoni in massima serie con la casacca del Chievo nella stagione 2013/2014. Bernardini è rimasto svincolato lo scorso 30 giugno, dopo essere stato indagato dalla Procura di Catanzaro in merito alla presunta combine di Catania-Livorno, ricevendo un avviso di garanzia. Bernardini in questo periodo si è allenato da solo ma è chiaro che la sua tenuta atletica è tutta da verificare. Naturalmente per poter rendere convocabile e quindi utilizzabile il nuovo innesto, Fabiani dovrà provvedere a liberare un posto nella lista over. Non essendo possibile escludere dalla lista Terracciano (che sarebbe sostituibile solo con un altro portiere), il direttore sportivo granata sta tentando la strada della rescissione contrattuale con un elemento che non rientra nei piani del club. Dopo aver quasi definitivamente escluso l’ipotesi Nalini, che Torrente sta aspettando con impazienza, la scelta sembra essere ristretta a due nomi: Trevisan e Perrulli. Naturalmente entrambi, attraverso i rispettivi procuratori, stanno facendo grosse resistenze nell’accettare la proposta di risoluzione, corredata da buonuscita, da parte della società. Trevisan, che ha un ingaggio molto alto, che è in scadenza a giugno e che è infortunato, è assolutamente contrario a questo tipo di soluzione. Stesso dicasi per Perrulli, che ha già rifiutato in chiusura di mercato estivo il trasferimento al Catania e che può vantare diverse presenze in questa stagione. Alla fine la sensazione è che uno dei due dovrà necessariamente cedere  per fare posto a Bernardini.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->