La musica ritorni nelle chiese per non far morire la cultura

Scritto da , 27 Ottobre 2020
image_pdfimage_print

di Olga Chieffi

La chiusura dei teatri e delle sale da concerto per questo “semi-lockdown”, che ci dovrebbe condurre ad una probabile ri-apertura a Natale, ci lascia nuovamente “Freddo ed immobile come una statua, fiato non restagli da respirar”, per dirla con Gioacchino Rossini, che con queste parole firma il finale del primo atto de’ “Il Barbiere di Siviglia”.

L’articolo completo nell’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->