La luce artificiale diventa naturale grazie a CoeLux

Scritto da , 30 marzo 2014
image_pdfimage_print

Una casa dove è possibile trarre beneficio da un’apertura su un soffitto e far filtrare i raggi del sole e tutta la luce naturale?

Oggi è possibile, grazie all’innovazione CoeLux in arrivo in Italia, pensata dal professore Paolo Di Trapani, docente di fisica al dipartimento di Scienze e alta tecnologia dell’università Insubria a Como.

Il professore per anni ha studiato la possibilità di riprodurre con la tecnologia la luce naturale, come indicato nel libro dell’astronomo olandese Marcel Minnaert, Light and Color in the Outdoor, abbandonando l’idea di avere lampadari e lampade.

Così attraverso la continua sperimentazione, il team CoeLux ha progettato una finta apertura nel soffitto che proietta all’interno una luce che imita alla perfezione i raggi del sole irradiati attraverso un cielo terso. L’illusione di trovarsi all’aria aperta è resa possibile dall’utilizzo di Led di ultima generazione, in grado di riprodurre lo spettro della luce solare, ma anche da sistemi ottici capaci di direzionarne i raggi e di nanotecnologie con cui è possibile riprodurre quel particolare fenomeno che è la diffusione delle onde luminose (e che spiega scientificamente perché il cielo assume ai nostri occhi il colore blu).

 

L’Unione Europea che ha finanziato le prime sperimentazioni, con l’obiettivo di portare la luce e il colore dello spazio aperto e i loro benefici, anche in claustrofobiche situazioni.

Negli ospedali, ad esempio nelle sale destinate alle radioterapie, ma anche in metropolitana o in parcheggi e centri commerciali sotterranei.

Detto da chi ha potuto sperimentare, è una luce così verosimile da suscitare vero benessere e distensione”, dicono quanti ne hanno fatto esperienza.

CoeLux propone agli utenti la possibilità di intervenire artificialmente sull’effetto luminoso, ricreando a seconda se si desideri, l’illusione di trovarsi nei Paesi nordici, nel Mediterraneo oppure ai Tropici.

Inutile dire che Il suo progetto, è giudicato tra i più interessanti in circolazione nel settore dell’elettrotecnica.

 

di Letizia Giugliano

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->