La Juve Stabia è più forte, Cavese ko

Scritto da , 11 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Francesco De Pisapia

CAVESE-JUVE STABIA 0 – 1

CAVESE (4-3-3):Vono; Bruno, Silvestri, Manetta, Licata (dal 27’ st De Rosa); Lia (dal 38’ st Palomeque), Migliorini, Tumbarello; Rosafio (dal 43’ st Flores Heatley), Sciamanna (dal 38’ st Agate), Fella (dal 27’ st Bettini). A disp.: De Brasi, Favasuli, Mincione, Buda, Zmimer, Dibari, Di Dato. Allenatore: Giacomo Modica.

JUVE STABIA (4-3-3): Branduani; Vitiello, Troest, Allievi, Aktaou (dal 26’ st Mezavilla); 37’ st Carlini), Calò, Mastalli (dal 37’ st Vicente); Melara, Paponi, Di Roberto (dal 18’ st Elia). A disp.: Venditti, Schiavi, Ferrazzo, Stallone, Castellano, Dumancic, Sinani, Lionetti. Allenatore Fabio Caserta.

ARBITRO:Matteo Marchetti di Ostia Mare

RETE:16’ st Paponi. NOTE:serata fresca; terreno di gioco in non perfette condizioni. Spettatori 2.500 circa.

Ammoniti: al 14’ st Allievi (JS). Angoli 4 a 1 per la Cavese. Recuperi: 0’ pt; 5’ st.

Un derby che sembrava pari e patta in tutto, dalle tifoserie ai ventidue in campo è stato invece vinto dalle vespe grazie a Paponi e la complicità di Manetta e così gli stabiesi raccolgono il massimo con il minimo sforzo allungando in classifica mentre la Cavese subisce il primo stop casalingo. Squadre in campo con lo stesso modulo ma con diverse novità da ambo le parti. In casa metelliana c’è il rientro di Fella mentre fuori c’è Favasuli con Tumbarello spostato a sinistra e sulla destra del centrocampo viene spostato Lia. La Juve Stabia che deve fare a meno degli infortunati Canotto e Marzorati, schierano Viola a centrocampo e Di Roberto in avanti. La gara sembra essere vivace nella parte iniziale. Al 6’ Fella taglia centralmente per Sciamanna che per un soffio non ci arriva e la sfera viene allontanata dal portiere. Tre minuti dopo è Rosafio dalla parte opposta a servire la punta centrale ma anche questa volta Branduani legge bene i tempi dell’uscita ed intercetta. Al 15’ bella azione sulla destra con Lia che scambia con Rosafio la cui conclusione è però debole e centrale. Poi la gara vive una fase di stanca; le squadre pur giocando a viso aperto hanno difficoltà a trovare il tocco vincente negli ultimi metri. Al 31’ viene annullato giustamente alle vespe un gol per fuorigioco di Troest. Al 32’ ci prova dalla distanza Rosafio ma il numero uno ospite blocca a terra. Ripresa che sembra avviarsi sulla falsa linea dei primi quarantacinque minuti con le squadra a ritmi bassi ma intorno al quarto d’ora della ripresa arriva la svolta. E’ prima la Cavese ad andare vicina al vantaggio. Minuto 60′: schema su calcio da fermo e Migliorini che riprende la sfera crossa sulla sponda opposta dove Manetta di testa trova Branduani che si salva in due tempi quasi sulla linea di porta. Un minuto dopo la beffa. Break stabiese poco dopo il centrocampo e Paponi servito in diagonale sulla sinistra d’attacco fulmina con la deviazione di Manetta l’incolpevole Vono.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->