Italia Viva ora apre ad Europa Verde

Scritto da , 22 Aprile 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Italia Viva apre, ad Eboli, ad Europa Verde. Nella serata di martedì, i coordinatori dei due movimenti, Cosimina Grazia Liliano e Francesco Bello, si sono incontrati per verificare le possibili convergenze tematiche ed elettorali sulle prossime amministrative. Italia Viva ed Europa Verde sostengono, infatti, la necessità di un ritorno alle identità politiche per garantire filiere istituzionali tali da permettere una partecipazione incisiva della Città nei processi decisionali sovracomunali. La tutela dell’ambiente e la ritrovata centralità del tema con l’istituzione del ministero alla transizione ecologica debbono essere da stimolo anche sui territori per far invertire la rotta con comportamenti virtuosi per una Eboli sostenibile. “Eboli – Europa Verde nasce come un progetto politico aperto e democratico, il cui obiettivo è quello di mettere al centro dell’agenda politica ebolitana la questione ambientale, mediante la formazione di un ampio movimento culturale e sociale collocato all’interno del centro-sinistra cittadino. Registriamo una crisi globale senza precedenti, che non è solo economica ma anche sociale e ambientale. Abbiamo avvertito l’urgenza di fare qualcosa, sebbene spesso ci sentiamo impotenti e disarmati di fronte a quello che vediamo: ingiustizie sociali, discriminazioni, povertà sia materiali sia etiche e morali, democrazia messa in discussione, estremismi, diritti basilari negati. È arrivato il momento di impegnarsi per cambiare lo stato delle cose”, ha dichiarato il coordinatore Liliano evidenziano che “con Italia Viva abbiamo trovato delle sinergie programmatiche. Siamo un movimento inclusivo che ha a cuore il bene della nostra comunità. Non ci interessa la ressa in atto sul nome del candidato Sindaco. Noi parliamo di idee realizzabili per Eboli”. Soddisfatto anche il segretario cittadino di Iv, Francesco Bello: “Un incontro proficuo. Abbiamo lanciato nei giorni scorsi una campagna di ascolto per la nascita di un laboratorio politico riformista e liberale, Eboli ha bisogno di una pacificazione politica. La ideologia ecologista è parte della nostra identità e per questo è stato il primo incontro che abbiamo voluto. Molti sono i punti di convergenza emersi come l’attenzione per le disuguaglianze acuite in questo periodo di pandemia, altri da approfondire. Continueremo ad incontrarci con gli amici di Europa Verde ed anche con altre aree politiche del campo che noi crediamo sia il futuro utile ad Eboli, nel solco che il nostro partito ha già tracciato anche a livello nazionale ed europeo”. Italia Viva, dal canto suo, ha già lanciato la candidatura a sindaco dell’ex parlamentare Tonino Cuomo, spaccando – di fatti – la coalizione di centrosinistra che, ad Eboli, non si presenterà compatta, almeno per ora.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->