Italia 2: Rossi elogia Salerno, il giornalista Mediaset Auriemma, veleno sulla Salernitana

Scritto da , 8 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Tocca di nuovo il tema Salernitana la trasmissione condotta da Pierluigi Pardo su Italia 2, “Undici” e sempre per merito del tecnico Delio Rossi, fresco di impresa allo Juventus Stadium con la sua Sampdoria ed indimenticato ex allenatore granata (scrive Granatissimi.com).

Agli ospiti in studio (Riccardo Ferri, Claudio Zuliani e Paolo Liguori), Delio conferma di portare sempre con sè il ricordo di Salerno e ribadisce la bontà della sua risposta circa il suo “undici del cuore” che snocciolò (con un piccolo errore nel ruolo di difensore centrale) nella puntata del 17 dicembre.

 

Questa volta, racconta la differenza tra le parentesi salernitane, parlando del suo secondo approdo alla panchina granata: “Sono legato in maniera altrettanto forte anche a quella squadra, che aveva l’ossatura della precedente.”

Poi ricorda un giocatore in particolare: “C’era un ragazzo con i capelli lunghi, assai simpatico che correva sulla fascia e faceva impazzire i tifosi.” Chiaro riferimento a Claudio Grimaudo, “Cavallo Pazzo” granata.

Rossi sfoglia il libro dei ricordi anche sulla città di Salerno, rivelando di essere innamorato della sua casa, al quartiere Arbostella, da cui poteva ammirare il mare. A rovinare la serata ai salernitani in collegamento, ci pensa il telecronista del Napoli, Raffaele Auriemma, che getta una stoccata ai granata: “La Salernitana? Dove sta? Mi pare qualcosa tipo Lega Pro, una categoria del genere. Alla fine i derby erano sentiti solo dai tifosi granata, non dai napoletani.” In chiusura Delio Rossi non nasconde una ruggine con Lotito: “La Lazio seconda? Era una squadra pronta al salto già da 2-3 anni. Sono stato fortunato perchè Lotito a me non ha mai parlato in latino. Visto che lo conosco bene, so che ha tantissimi pregi, ma non so perchè mette sempre in mostra i suoi difetti.”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->