Installato il pre-triage mentre a Palazzo di Città il sindaco Servalli era in conferenza con i presidi

Scritto da , 28 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

Anche all’ospedale Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni, su indicazione della regione Campania, è stato attivato in maniera preliminare un pre-triage per le persone che provengono dalle zone a rischio e che presentano sintomi come febbre, tosse e malattie respiratorie acute, che vengono così indirizzate ad un percorso dedicato. Al montaggio della tensostruttura, i volontari delle associazioni di Pubblica Assistenza Mani Amiche, P.a. Millenium Amalfi onlus e P.a. Corbara. Mentre il pre-triage veniva installato, il sindaco Vincenzo Servalli, con il vice sindaco, Armando Lamberti ed il Dirigente Responsabile Igiene Urbana e Ambientale e Epidemiologia e Profilassi delle malattie infettive d.s 63, Giovanni Baldi, l’assessore Nunzio Senatore, la presidente della commissione Sanità, Paola Landi, hanno tenuto un incontro con i dirigenti scolastici di tutti gli Istituti cavesi di ogni ordine e grado. informati sulle misure adottare che prevedono la disinfezione, dopo quella effettuata alle scuole di competenza comunale, anche di quelle di competenza provinciale che sarà eccezionalmente effettuata dall’amministrazione comunale. È vietata la circolazioni solo delle persone che dovessero provengono Comuni interessati alle misure urgenti di contenimento e gestione del contagio che sono: nella Regione Lombardia: Bertonico; Casalpusterlengo; Castelgerundo; Castiglione D’Adda; Codogno; Fombio; Maleo; San Fiorano; Somaglia; Terranova dei Passerini e nella Regione Veneto: Vo’. Non sono previste restrizioni di coloro che provengono da altre zone.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->