Infarto a Gigante: salvo dopo un delicato intervento

Scritto da , 3 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

Aveva trascorso il pomeriggio del primo dell’anno in compagnia di parenti prima dell’improvviso malore in serata. L’ex bandiera della Salernitana Gigi Gigante (foto) ha rischiato seriamente la vita nella notte tra martedì e mercoledì e si è evitato il peggio dopo un delicato e lungo intervento chirurgico.. L’ex centrocampista granata, tra i recordman in termini di presenze (oltre 200), è stato colpito da un violento infarto poco prima della mezzanotte ma già dal rientro a casa aveva iniziato ad avvertire dolori allo stomaco. L’ex centrocampista ed allenatore granata (classe 1932) aveva pensato, in un primo momento, ad un dolore passaggero tant’è che aveva chiesto ai familiari di non far intervenire i sanitari ma la situazione è peggiorata con il trascorrere delle ore. La moglie, in costante contatto con il figlio Fabrizio, anche lui ex allenatore granata, ha deciso di allertare il 118 e quando era scoccata da poco la mezzanotte i soccorsi sono giunti davanti all’abitazione di via Nizza. Gigante, accompagnato dal figlio, è stato sempre vigili ed ha colloquiato, durante il trasporto al Ruggi d’Aragona con i sanitari intervenuti. Dopo i primi controlli i medici hanno evidenziato subito una situazione delicata (che sarebbe degenerato se il ricovero fosse stato ulteriormente procastinato). Dopo aver effettuato i controlli di rito, e di fronte ad un quadro clinico che rischiava di diventare complicato, hanno deciso di effettuare un delicato intervento al cuore per liberare le coronarie. Operazione, durata oltre 4 ore, perfettamente riuscita e curata, con la solita professionalità dai medici del reparto di cardiologia. Il peggio sembra essere alle spalle con l’indomito guerriero granata che ha superato anche quest’ostacolo. I tanti tifosi granata, gli sportivi salernitani, che l’hanno sempre apprezzato per professionalità ed attaccamento ai colori granata possono tirare un sospiro di sollievo…  

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->