Inaugurata la struttura nei pressi della casa albero per anziani. Il sindaco Napoli: “E’ unascelta di civiltà”

Scritto da , 19 Giugno 2021
image_pdfimage_print

“E’ il segno di una volontà di essere presenti nelle strutture essenziali, lasciare questa traccia è particolarmente significativo”. Lo ha dichiarato il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli che, ieri mattina, con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha inaugurato un edificio nei pressi del complesso della Casa Albergo Immacolata Concezione, la struttura residenziale per anziani collocata nel centro storico alto di Salerno. I lavori di ristrutturazione sono stati eseguiti grazie ad un lascito testamentario della signora Maria D’Amico, la cui famiglia già in passato ha permesso di eseguire interventi migliorativi alla Casa Albergo. La benefattrice ha disposto tale donazione dopo aver fatto visita alla struttura ed avendo riconosciuto il valore dei servizi resi in favore delle persone anziane ospiti. Alla cerimonia inaugurale, che ha visto anche lo scoprimento di una targa in memoria della signora D’Amico, hanno preso parte anche l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno Giovanni Savastano e gli eredi Paolo Galdo e Maurizio D’Amico. “Il governatore De Luca è sempre stato attento alle Politiche Sociali che, a Salerno, hanno segnato e segnano un’eccellenza, grazie a Nino Savastano, a De Luca e a Salerno Solidale – ha aggiunto il primo cittadino – Qui si mette l’anima, si tratta con persone che hanno fragilità, avanti negli anni che meritano ascolto e considerazione perché loro hanno tramandato quanto ha significato la nostra vita”. Una vista mozzafiato, in un angolo di paradiso, che permette agli anziani ospiti della struttura di vivere serenamente. A ringraziare la famiglia D’Amico anche il governatore De Luca: “E’ segno di un grande legame con la città di Salerno, un segno straordinario di sensibilità e ringrazio di cuore perchè è un impegno che dura da molti anni”, ha dichiarato il presidente di Palazzo Santa Lucia, sottolineando la “serietà e la correttezza” della famiglia che ha rispettato le volontà della signora Maria D’Amico. “Solo 14 mesi fa si contavano i morti covid nelle case di riposo per anziani, nelle Rsa e devo dire che in Campania non abbiamo avuto queste tragedie, queste scelte drammaticalmente sbagliate come avvenuto in altre parti d’Italia con migliaia e migliaia di decessi – ha aggiunto l’ex sindaco di Salerno – Qui abbiamo rispettato in primo luogo le case di riposo per anziani. Possiamo essere orgogliosi di aver fatto un lavoro di tutela sanitaria di grande responsabilità e di grande qualità”. E ancora: “Sapevamo bene che gestire una residenza per anziani ha dei costi ma qui un’amministrazione pubblica ma qui un’amministrazione pubblica fa una scelta: è evidente che se volessimo avere una gestione con un pareggio fra spese ed entrate non ce la faremmo ma è stata una scelta fatta perchè abbiamo considerato questo un motivo di grande civiltà”. Una decisione a gestione pubblica per dare agli anziani ogni tipo di tutela.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->