In Prima fila con…Friends for Gospel

Scritto da , 29 Aprile 2021
image_pdfimage_print

di Olga Chieffi

L’ appuntamento di questo giovedì sera con il contenitore virtuale di Le Cronache, sarà dedicato ad una coralità speciale, quella gospel. Alle ore 19, infatti, in collegamento per “In prima Fila con…” sui canali social di Le Cronache social Facebook, https://www.facebook.com/lecronachequotidiano e YouTube https://www.youtube.com/channel/UCJaOrPcGFKLxjQWMMDaiM4g. Il coro diretto da Gerry Vitale, composto da Stefania Di Florio, Nunzia Liuzzi, Rosita Passaro, Antonio Barra, Noemi Napoli, Francesco Criscuoli e Simona Commarà, dedicherà al pubblico di Le Cronache, i più amati temi del canto gospel e spirituals, diretta conseguenza di quel processo di evangelizzazione delle comunità nere, tentato dal Cristianesimo nei confronti di popolazioni sradicate dalla loro terra e condannate a vivere in condizioni di schiavitù. Persone letteralmente spogliate da ogni diritto di essere umano che riversavano nel canto e nella preghiera a Dio tutto il dolore per le umiliazioni subite e allo stesso tempo la speranza che un giorno tutto quel dolore cessasse. Cantavano per darsi il ritmo nelle dure e interminabili giornate di lavoro nei campi, cantavano per poter comunicare con i propri fratelli in un linguaggio in codice per pianificare tentativi di fuga, o adunanze. Cantavano per farsi forza e mantenere la loro dignità di esseri umani che gli schiavisti bianchi facevano di tutto per cancellare. Vedevano in Gesù un amico, un alleato, un’entità alla quale aggrapparsi con tutte le loro forze per credere che un giorno, presto o tardi, quella condizione al limite delle possibilità umane sarebbe finalmente cessata, dando loro la tanto sospirata libertà. “Gospel” voce dello spirito, ma anche delle viscere, questo lavoro odora di solidità e sedimenti profondi, la canzoni non sono improvvisazioni o riempitivi, ogni pezzo compone il puzzle con una caratteristica unica, il cui risultato sarà profondo e tenue, piacevolmente memorabile, e che da quelle radici è giunto fino a noi andando a comporre il più variegato e coinvolgente dei repertori. La formazione è nata nel 2010 dalla volontà di sei amici e affonda le sue radici proprio nella condivisione dei suoi componenti che, attraverso la musica gospel, si amplifica e trova il suo migliore canale espressivo. Durante la loro attività corale, i FFG si sono fatti conoscere alle platee prendendo parte a varie manifestazioni, sia dentro che fuori dai confini campani e partecipando a vari contest. Lo studio con vocal coach italiani e americani e l’aggiornamento del proprio repertorio sono cardini dell’attività dei FFG, attraverso la quale possono portare avanti la mission dell’associazione culturale che porta lo stesso nome, “Friends For Gospel” con cui si propongono di trasmettere i valori cristiani di inclusione, fratellanza, condivisione e amore attraverso un’espressione musicale proveniente da oltreoceano. Tra le esibizioni di maggior rilievo si annovera la partecipazione alla cerimonia di accensione dell’Albero a Piazza Portanova, fulcro delle Luci d’Artista di Salerno, nel 2019, che ha segnato l’inizio del loro Christmas Tour, durante il quale i FFG hanno presentato in anteprima il loro primo inedito dal titolo “Over You”. Il 2020, nonostante la battuta d’arresto causata dalla pandemia mondiale, ha visto i Friends For Gospel impegnati su vari fronti. Innanzitutto attraverso due “virtual choir”, uno dei quali ha ottenuto piu’ di 8 mila visualizzazioni su Facebook (Hai Skype – quarantena song) e contemporaneamente lanciando online, durante il lockdown, una proposta di concerto condiviso aperto a tutte le formazioni corali sul territorio. Tale proposta, accolta con slancio da vari gruppi e appoggiata successivamente dal comune di Salerno, ha visto i FFG impegnati nell’organizzazione nel settembre del 2020 di un bellissimo concerto presso l’Arena Barbuti: numerosi cori venuti da varie città della Campania e una guest dalla Calabria, uniti in musica con il comune obbiettivo di raccogliere fondi per l’Ail Salerno, a favore di un progetto di assistenza domiciliare, molto importante nel periodo di pandemia. Sempre nel 2020, pur con le difficoltà dovute alle restrizioni anti-covid, i FFG hanno registrato in studio il loro primo brano dal titolo “Draw me close”, che doveva far parte di un EP celebrativo dei loro dieci anni di attività musicale. Progetto che, attualmente in stand by, rimane comunque tra le priorità del gruppo, non appena le circostanze consentiranno di portarlo a termine.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->