Imprese rosa: Lombardi, ok ma ora strumenti crescita

Scritto da , 29 marzo 2014
image_pdfimage_print

“Il dinamismo imprenditoriale al femminile e’ un fenomeno senza dubbio positivo che andrebbe ben valorizzato, ma anche in questo caso scontiamo ritardi e inadempienze che occorre superare proprio per radicare e sostenere una tendenza che non puo’ che portare valore aggiunto alle economie locali”. Lo dice il Presidente di Ance Salerno Antonio Lombardi, commentando i dati sulle imprese femminili in Campania. “Senza dubbio ? continua Lombardi ? in queste percentuali confluisce anche una delle risposte messe in campo per fronteggiare la drammatica emergenza occupazionale. Ma si tratta di un cambiamento non di poco conto dal punto di vista dell’approccio culturale in territori nei quali il posto fisso e’ stato sempre considerato un punto di arrivo prioritario. Un cambiamento che va incoraggiato e sostenuto in maniera sistemica, con progettualita’ strategiche rispetto alle vocazioni territoriali”. “Dal punto di vista della nati/mortalita’ – aggiunge Lombardi – in alcune province le imprese in rosa subiscono una battuta d’arresto, ma spicca in ogni caso il tasso di incidenza sul totale delle aziende che e’ superiore alla media nazionale: 26,6% rispetto al 23,6%, tre punti netti percentuali in piu’. Sulla base di questi presupposti e’ auspicabile – conclude Lombardi – che i vari strumenti gia’ disponibili per l’imprenditoria femminile siano attuati in maniera efficace e, soprattutto, senza impaludarsi nelle consuete sabbie mobili burocratiche”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->