Imposta sulla pubblicità: morosi 74 impianti

Scritto da , 4 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali a Capaccio Paestum. Continua il massiccio lavoro di accertamento messo in atto dall’Area Tributi ed Entrate Patrimoniali, diretta dal funzionario apicale Antonio Rinaldi. Questa volta, le verifiche tecniche e documentali hanno interessato gli impianti pubblicitari siti lungo la statale 18, nel tratto che ricomprende il centro urbano, con l’approvazione della lista di carico dei proprietari risultati morosi con il pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità (Icp), a seguito delle verifiche effettuate, per complessivi 179.778,96 euro e relativamente alle annualità 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020. Nello specifico, con apposite determina, si è preso atto dell’attività condotta e conclusa dal Nucleo di Polizia Tributaria, organico all’Ufficio Tributi comunali, mirata ad analizzare la regolarità amministrativa e tributaria Icp/Cup relativa agli impianti pubblicitari che insistono sulla SS18, relativamente a quanto sancito dalla delibera di Giunta n. 380/2013, la quale delimita il ‘centro urbano’ su suddetta Strada Statale il tratto compreso tra il km 88+130 e il km 90+450 (dalla località Ponte Barizzo al Cerro). Dai riscontri è emerso che, su tale tratto, insistono 74 impianti pubblicitari che non sono risultati in regola con il pagamento della relativa imposta: è stata, così, approvata la lista di carico finalizzata all’emissione degli accertamenti esecutivi, comprensivi di sanzioni di legge ed interessi legali, per cristallizzare le somme evase.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->