Il sindaco e l’Avossa in vista alla Barra per salutare i bambini nel primo giorno di scuola

di Monica De Santis

Tutti a scuola. Ieri, finalmente, dopo mesi di dad le scuole della Campania riaprono come previsto dal calendario scolastico. Un ritorno tanto atteso e tanto desiderato dai più piccoli come dai grandi. E per dare il ben tornato in classe ed augurare un buon anno scolastico, il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, accompagnato dall’onorevole e assessore alla Pubblica Istruzione Eva Avossa ha fatto visita ieri mattina all’Istituto Comprensivo Gennaro Barra. Ad accoglierli la dirigente scolastica Renata Florimonte, che ha mostrato al primo cittadino e alla deputata il sistema di controllo degli ingressi messo in atto, come da disposizioni governative. E così green pass alla mano, prima di poter accedere alle aule, tutti i presenti sono stati registrati ed hanno misurato la temperatura. Poi l’inizio della visita prima in una delle prime elementari, dove ad accogliere gli ospiti, tanti piccolissimi allievi e due simpatiche maestre con in testa una corona da principesse, poi la visita è proseguita nella classe terza e poi ancora nella classe quinta. Ai piccoli allievi dell’istituto Barra, il sindaco e l’assessore hanno rivolto il loro saluto ed augurato un buon inizio anno scolastico, piccoli scambi di battute per poi lasciarli con le loro maestre a proseguire le lezioni. “Il mio più affettuoso augurio ai dirigenti scolastici, al personale scolastico e agli alunni che finalmente rivedono una scuola così come dovrebbe essere e come sarà.  – dice il sindaco Napoli – Sono stati questi ultimi due anni terribili e spero che di questi resti solo un ricordo. Ma proprio perchè questo accada c’è bisogno di una particolare attenzione alla profilassi, alla vaccinazione e all’attenzione che è dovuta ad una società civile che guarda al futuro con speranza. Oggi iniziamo in presenza l’anno scolastico, sono venuto alla scuola Barra, simbolicamente, ma è come se fossi in tutte le scuole. Ringrazio la dirigente che mi ha accolto per dare il via a questa bella avventura che credo e spero andrà nel migliore dei modi. Ai bambini faccio un paterno augurio, affettuoso, invitandoli ad avere un comportamento disciplinato e magari dare qualche lezioncina ai genitori per far rispettare le regole anti covid”. “Ripartiamo con gioia e con entusiasmo – racconta la dirigente Renata Florimonte – Ripartiamo in presenza e in sicurezza, perchè tutte le aule dei cinque plessi dello storico istituto Barra di Salerno sono state predisposte secondo i parametri del comitato tecnico scientifico, quindi distanziamento garantito attraverso i banchi monoposto, areazione naturale ma anche attraverso i sanificatori di cui abbiamo dotato tutti gli spazi della scuola. Patto di corresponsabilità – spiega ancora la dirigente scolastica – tradotto anche nelle lingue delle famiglie degli studenti stranieri, proprio per creare un’autentica alleanza educativa, con la collaborazione di Arci Salerno, e questo mi sembra molto importante perchè l’inclusione si realizza attraverso azioni concrete”. La Florimonte spiega poi la sfida educativa che si ritrovano ad affrontare dopo i mesi della pandemia… “Il contatto, la relazione e il mantenere quanto più possibile la scuola in presenza, anche avvalendoci di figure di psicologi che realizzeranno attività in classe legate alla promozione del benessere e all’affettività”.