Il panettone di Helga trionfa a Milano

Scritto da , 1 Dicembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Cala il sipario sull’edizione 2021 di “Re panettone” con un bel riconoscimento per una chef di casa nostra. Un altro grandissimo successo per la Helga Liberto, la lievitista e chef battipagliese, che come abbiamo detto, ha trionfato al concorso “Re Panettone 2021”. La manifestazione organizzata a Milano e svoltasi lo scorso 27 e il 28 novembre ha visto la partecipazione di diversi chef che si sono cimentati nella realizzazione del panettone. Helga ha presentato un grande lievitato chiamato “la Sciantosa” trionfando nella categoria “Lievitato Innovativo”. 32 i partecipanti contro i quali la battipagliese Helga si è dovuta confrontare. Alla fine ha sbaragliato la concorrenza che avevano proposto panettoni accomunati dall’essere realizzati con lievito madre e ingredienti del tutto naturali, ma nessuno di questi, pur essendo buonissimi, era buono come quello di Helga. “Sono davvero orgogliosa di questo risultato – ha dettola chef battipagliese – Gareggiare in una manifestazione così importante e con professionisti del settore gastronomico è sicuramente un motivo di soddisfazione e di vanto, ma vincere lo è ancora di più». A convincere i giudici severi e preparatissimi del concorso è stato il perfetto mix di gusto e leggerezza del panettone “Sciantosa”, come raccontato la stessa Helga… “Alla base c’è il frumento italiano di macina a pietra, in aggiunta c’è la farina di albicocca e tre cereali fermentati che sono il tritordeum, segale e orzo. Un impasto altamente innovativo che io presenterò a Re Panettone nella categoria “impasti innovativi”. Questo impasto, utilizzato per il panettone “Sciantosa” da Helga, è molto innovativo perché ha una maggiore carica enzimatica che conferisce al lievitato speciali caratteristiche organolettiche, come la morbidezza eccellente, profumi maltati di fermentazione lattica ma soprattutto consente una migliore digeribilità e conservabilità del prodotto». In sospensione, poi, la “Sciantosa” ha l’albicocca pellecchiella del Vesuvio che è un presidio Slow Food e il cremino al gianduia, il tutto ricoperto con una deliziosa glassatura. Oltre al panettone vincitore, la lievitista ha presentato a Milano anche altre quattro sue creazioni. In totale, parliamo di cinque diverse declinazioni di panettoni di cui quattro fisse e una variabile che, caratterizzeranno le settimane natalizie, verrà cambiata di settimana in settimana e di conseguenza tutte da provare. Nel parlare della sua linea di panettoni, la lievitista pone un importante accento sulla produzione: «I miei prodotti sono tutti realizzati con lievito madre che iopersonalmente rinfresco e alimento ormai da quindici anni e che i tempi di conservazione dei miei prodotti sono di trenta giorni dichiarati perché non utilizzo conservanti di nessun genere». Tutto il processo produttivo dura circa tre giorni ed è possibile comprare i prodotti sull’e-commerce www.helgaliberto.com con spedizione in 24/4h in tutta Italia, isole comprese.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->