Il miracolo della Smc Ricambi Auto Così è diventata regina di eBay

Scritto da , 11 luglio 2018
image_pdfimage_print

La famiglia Calzaretta gestisce da oltre 40 anni un’attività specializzata nella vendita di ricambi auto in un piccolo paese in provincia di Salerno. Nel 2013 Stefano (in foto), il figlio del proprietario, inizia a vendere qualche loro prodotto su eBay. In poco tempo le vendite online raggiungono un successo tale che tutta l’attività, sia online che offline, ne risente positivamente, con un fatturato cresciuto in pochi anni di venti volte e un gruppo di dipendenti che è passato da 4 a circa 30 persone, di cui 15 che si occupano solo di eCommerce. Nel 2016 la Smc Ricambi Auto ha raggiunto la ragguardevole cifra di 6 milioni di euro di fatturato. Un record. Il negozio eBay ricambi_smc nasce quasi per caso nel 2013 quando Stefano, allora studente universitario, decide di vendere su eBay qualche ricambio per auto rimasto nel magazzino dell’attività di suo padre. “In poco tempo le vendite online sono iniziate ad aumentare notevolmente. Io allora ero uno studente alla facoltà di ingegneria dell’automazione e non sapevo ancora cosa fare del mio futuro. Man mano che la parte online si sviluppava, ho capito come l’eCommerce potesse darmi la possibilità di mettere a servizio del nostro negozio le mie conoscenze informatiche, creandomi così una mia professionalità. eBay è stata la scelta più naturale con cui iniziare perché lo conoscevo da acquirente. Grazie al supporto della piattaforma ho capito anche come sfruttarne tutto il potenziale”, racconta Stefano. “In poco tempo le vendite su eBay sono cresciute moltissimo, con un fatturato lordo che nel 2016 è arrivato a circa 6 milioni di euro. Questo incremento ha innescato un circolo virtuoso per cui abbiamo aumentato volumi e liquidità, cosa che ci ha reso più competitivi anche offline, dove abbiamo aperto altri punti vendita. Siamo inoltre passati da 4 a quasi 30 dipendenti, con un’età media di 25 anni. La cosa che ci rende più orgogliosi è che siamo riusciti a dare un’opportunità di lavoro ai ragazzi della zona: molti di questi se ne sarebbero andati mentre ora riescono a mettere a frutto le competenze nel loro territorio”, afferma Stefano. “Prima di eBay il settore export non esisteva mentre ora pesa per il 25% dell’intero business. Vendiamo soprattutto in Francia e Germania perché abbiamo scelto di investire in questi mercati con un customer service dedicato, che conosca il mercato e le lingue. Ho visto come questo aspetto abbia fatto la differenza perché dà fiducia a chi acquista, anche se proviene da un altro Paese”. “Per il futuro vogliamo investire ancora sull’export aprendoci ai mercati di Spagna e Regno Unito. Inoltre stiamo per lanciare un progetto che coinvolga anche le officine, spesso le più reticenti verso chi compra ricambi online. Con questa partnership vogliamo fare in modo che chi acquista i nostri prodotti possa avere incluso un servizio di montaggio nelle officine a noi affiliate. Crediamo molto in questa integrazione tra offline e online, una formula che per noi si è rivelata di grandissimo successo”, conclude il giovane imprenditore salernitano. Sulla piattaforma, poi, dice che “l’aspetto più apprezzabile di eBay è il fatto che non fa concorrenza ai propri venditori ma anzi vive del loro successo. Inoltre abbiamo sempre avuto un grande supporto dall’assistenza, che ci ha sempre aiutato tempestivamente. Infine, eBay ti dà una grande visibilità”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->