Il grande cuore di Viky: servizi gratis per pazienti oncologiche

Scritto da , 13 Giugno 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Un’estetista al servizio della pazienti oncologiche. La solidarietà femminile riesce ad andare sempre oltre ogni difficoltà soprattutto quando si parla del male del secolo e di pazienti oncologiche, costrette a fare i conti con i cambiamenti dettati dalla terapia. Cambiamenti inevitabili, si sa, ma oggi la città di Salerno può contare su un’alleata in più: Viky Lucca, dermopigmentista presso il centro estetico “Le mani e…” di Cinzia Marotta a Battipaglia che ha deciso di mettere il suo tempo e la sua professionalità al servizio delle pazienti del Dh oncologico dell’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno. Cinzia, infatti, sottopone gratuitamente le donne che lottano contro il male del secolo al microblading, una tecnica che – in questo caso – permette alle donne di avere sopracciglia perfette, nonostante le difficoltà della chemioterapia. L’incontro tra Viky e Teresa è avvenuto lo scorso mese di febbraio quando Viky ha cercato il contatto diretto con Teresa Giordano, fondatrice dellla community rosa Oltre lo Specchio, chiedendo di poter offrire il servizio di tatuaggio sopracciglia a tutte le donne che devono cominciare o hanno già terminato, trattamenti di chemioterapia. Richiesta accolta da subito con immenso entusiasmo considerando l’importanza di un trattamento come il microblading per chi purtroppo vede cadere tutte le sue sopracciglia e deve inevitabilmente fare i conti con un corpo diverso. La disponibilità di Viky ma anche la sua umiltà ha permesso alla community di vedere in lei non solo la professionista ma soprattutto la donna, quella che sceglie ogni giorno di prendere un pezzetto del dolore di chi affronta il cancro con l’intendo di regalare un sorriso. Il reparto oncologico sotto presidio della dottoressa Clementina Savastano, ha da subito accolto la richiesta di supporto nei confronti delle pazienti. Sono già molteplici le ragazze che hanno potuto vedersi “bellesempre” oltre lo specchio e quindi oltre la malattia. Intanto, prosegue l’impegno di Teresa Giordano che, dopo aver vinto la sua battaglia contro il tumore al seno, si è messa a disposizione di chi vive, oggi, il suo dramma. La giovane salernitana ha fondato così Oltre lo Specchio che racchiude, al suo interno, non solo donne che lottano contro un cancro ma medici, esperti e quanti vogliono dare un loro contributo per provare ad alleviare le sofferenze di queste donne. Proprio da Teresa nasce l’idea della pink box per raccogliere parrucche, turbanti e tutto il necessario per permettere alle donne di sentirsi belle, sempre e comunque. Perchè non c’è malattia che tenga. Ogni donna ha la sua bellezza, da ostentare senza imbarazzo. E ogni vittoria merita di essere raccontata.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->