Il Comune vuol cambiare volto alle Luci d’Artista del triennio 2020-2023

di Andrea Pellegrino

E’ tempo di Luci d’Artista. Ma non quelle che verranno, bensì di quelle del prossimo triennio. D’altronde le prossime ritorneranno nelle mani della Iren di Torino, dopo un lungo contenzioso amministrativo partito con il ricorso della Blancher che, in forza di una sentenza del Tar, ha allestito le luminarie lo scorso anno per poi restituirle, dopo una pronuncia del Consiglio di Stato, alla società torinese. Ma da Palazzo di Città si guarda oltre e si predispone il nuovo bando per il triennio 2020 – 2023. Stavolta le installazioni dovranno essere rinnovate: «E’ intenzione dell’amministrazione comunale installare nuovi allestimenti e scenografie artistiche luminose – si legge – coinvolgendo operatori economici specializzati nel settore che, avvalendosi di artisti, creativi ed artigiani, dovranno proporre nuove ideazioni per arricchire la manifestazione di nuove opere luminose di alto contenuto artistico».