«Il Capo dello Stato non si tocca»

Scritto da , 22 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

«Togliere i poteri al Capo dello Stato». Sono state queste le parole pronunciate dal leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, intervenuto nel corso di Italia a 5 Stelle, la manifestazione organizzata al Circolo Massimo di Roma. Tanti i parlamentari salernitani che si sono recati presso la Capitale per prendere parte alla kermesse, tra cui Nicola Acunzo, Angelo Tofalo, Andrea Cioffi e Virginia Villani, solo per citarne alcuni. Dichiarazioni, quelle di Grillo, che secondo molti parlamentari, sarebbero state travisate dalla stampa. «Grillo ha semplicemente detto alcune cose un po’ anacronistiche», ha dichiarato infatti il senatore Andrea Cioffi. «Beppe è un uomo di battute, frizzante, quindi non bisogna prendere le sue parole letteralmente ma per lo spirito che hanno indietro: questo mondo sta cambiando e non bisogna essere legati a storie, tradizioni ma bisognerebbe andare avanti». Dunque, nessun attacco diretto al presidente Sergio Mattarella. Parla, invece, di provocazione l’onorevole Nicola Acunzo, fermo restando che il Movimento 5 Stelle ha dimostrato che tutto è possibile: «Non è nel contratto di governo, non è una cosa alla quale aspiriamo, non è cosa su cui ragioniamo. E’ una cosa detta da Grillo, sul palco, per dimostrare e ragionare su tutte le cose che fino ad oggi sembravano impossibili». Per i parlamentare pentastellati, quella del loro leader non è una dichiarazione che andrebbe presa alla lettera proprio perchè dietro nasconderebbe ironia e sarcasmo. «E’ ovviamente una provocazione -ha aggiunto Nicola Acunzo-. Così come ha provocato parlando di Salvini lo ha fatto con il Capo dello Stato. Non si tocca, perchè è il capo dello Stato. Le istituzioni vanno rispettate per quanto il cittadino ha il diritto ed il dovere di ragionarci». Italia a 5 Stelle è stata una manifestazione che ha permesso ai pentastellati salernitani di essere a contatto con i cittadini, di parlare dei problemi e di cosa non va. «Essere al governo e vedere quell’afflusso di persone significa che è un governo che fa le cose e non tradisce la fiducia dei suoi elettori», ha dichiarato ancora Acunzo. Soddisfatto per la buona riuscita della manifestazione anche l’onorevole Cioffi: «Sono momenti di scambio intenso, emozionanti. C’è molta passione».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->