Il Black Friday della Salernitana: la Pro Vercelli vince all’Arechi. Torrente a rischio esonero

Scritto da , 28 novembre 2015
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

SALERNO. La Salernitana soccombe in casa contro la Pro Vercelli e Torrente vede avvicinarsi sempre di più l’esonero. L’allenatore sbaglia formazione in avvio tanto che la squadra incassa subito il gol dello svantaggio con Mustacchio, riesce a rimediare a inizio ripresa grazie agli innesti di Milinkovic e Moro ed al solito gol di Donnarumma, ma poi ricade negli errori ed i piemontesi, tutt’altro che trascendentali, trovano nel finale il gol vittoria ancora con lo scatenato Mustacchio. Notte di consultazioni in società, mentre sull’allenatore di Cetara si allunga sempre più l’ombra di Leonardo Menichini.

La Salernitana parte a razzo e dopo un paio di buone opportunità e di un brivido causato da una mancata presa di Strakosha, sfiora la rete al 6’con Donnarumma. Il bomber, ben servito da Sciaudone in area, tenta il diagonale da posizione defilata ma il pallone si infrange sul palo alla sinistra di Pigliacelli con nessuno dei granata pronto a ribadire in gol. Gol mancato, gol subito: la dura legge del calcio arriva puntuale al 10’ quando Mustacchio, scattato sul filo del fuorigioco, trafigge Strakosha per l’inatteso vantaggio piemontese. La pressione della Salernitana, frutto più dell’onda emotiva di inizio partita che di una reale supremazia, si esaurisce ed a parte un paio di mischie (la più pericolosa al 30’ con una conclusione di Coda bloccata da Pigliacelli) i granata non riescono mai ad impensierire Pigliacelli chiudendo la prima frazione tra i fischi del pubblico dell’Arechi e sotto di un gol.

Al rientro dagli spogliatoi Sciaudone resta fuori, al suo posto c’è Milinkovic. A parte il solito avvio veemente è la Pro Vercelli a sfiorare la via della rete, sempre grazie ad un regalo dei granata. Retropassaggio di Franco che innesca Mustacchio, il quale viene anticipato da Strakosha, Marchi ribatte verso la porta sguarnita ma Empereur salva sulla linea. Al minuto 59 ci prova Donnarumma di testa su cross al bacio di Milinkovic, ma Pigliacelli blocca in volo plastico. Al 63’ colpisce ancora una volta l’uomo della Provvidenza: cross di Rossi, sponda di Coda e Donnarumma al volo di destro fulmina Pigliacelli. Al 77’ la doccia gelata: Marchi lavora un buon pallone per Di Roberto, quest’ultimo cross alla perfezione per la testa dello scatenato Mustacchio che di testa firma la doppietta ed il nuovo vantaggio della Pro. Un gol che taglia definitivamente le gambe alla Salernitana che incappa nell’ennesima sconfitta stagionale, che stavolta però potrebbe provocare un ribaltone tecnico che sembra ormai scontato.

SALERNITANA-PRO VERCELLI 1-2

SALERNITANA (4-4-2): Strakosha; Colombo, Franco, Empereur, Rossi; Gabionetta , Odjer, Pestrin (52’ Moro), Sciaudone (46’ Milinkovic); Donnarumma, Coda (75’ Troianiello). A disp.: Terracciano, Pollace, Perrulli, Bovo, Ronchi, Trozzo. All.: Torrente

PRO VERCELLI (4-3-3): Pigliacelli; Bani, Legati, Coly, Scaglia; Scavone (69’ Ardizzone), Matute, Germano (88’ Filippini); Di Roberto, Marchi, Mustacchio (83’ Rossi). A disp.: Melgrati, Berra, Redolfi, Gatto, Beltrame, Beretta. All.: Foscarini

ARBITRO: Martinelli di Roma 2 (Calò-Cangiano IV Uomo: Nasca)

MARCATORI: 10’ e 77’ Mustacchio, 63’ Donnarumma

NOTE: Spettatori 9832 (quota abbonati 5418). Ammoniti Sciaudone, Odjer, Ardizzone, Donnarumma, Pigliacelli, Matute. Recuperi 0’ e 4’

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->