I Deep: “Incontri politici nelle parrocchie no, ma la messa in Piazza della Libertà sì”

Scritto da , 18 Settembre 2021
image_pdfimage_print

“Il Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Salerno, don Alfonso Raimo vieta gli incontri politici nelle sale parrocchiali ma consente la Messa di San Matteo in piazza della Libertà”. E’ questo in sintesi quanto viene contestato dal Gruppo Democrazia e Partecipazione che “Ben condividendo la scelta di una Chiesa estranea alla competizione politica ed elettorale, essendo il suo alto magistero al di sopra di tutte le parti, appare alquanto incomprensibile la scelta, che ci auguriamo possa essere rimessa in discussione, della celebrazione della Santa Messa Pontificale in occasione della solennità del Santo Patrono della città, alla presenza di S.E. Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Sua Santità, in Piazza della Libertà a Salerno”. Per il gruppo “La piazza in questione non è una piazza qualsiasi della città, sia per i vari procedimenti giudiziari che l’hanno interessata, sia per il valore simbolico che essa rappresenta nella propaganda politica di Vincenzo De Luca. In questo quadro la funzione religiosa in Piazza della Libertà, verrebbe interpretata come un sostegno esplicito a queste politiche ed alla parte che le rappresenta, il tutto in piena campagna elettorale per le elezioni amministrative. Se è questa la scelta della Diocesi, e cioè da una parte proibire le parrocchie ad altri candidati, dall’altra sostenere, il potere dominante, essa si configura come un grave vulnus per l’imparzialità della Chiesa”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->