I consiglieri Celano e Cammarota chiedono l’installazione di presidi sanitari nelle scuole e l’attivazione dell’Usca

Scritto da , 29 Agosto 2020
image_pdfimage_print

Pochi tamponi e lunghe attese: è quanto denunciano i consiglieri Roberto Celano e Antonio Cammarota che chiedono l’immediata attivazione dell’Usca e il presidio nelle scuole per permettere la ripresa delle attività scolastiche in totale sicurezza. ““Il vero problema dell’emergenza covid sono i pochissimi tamponi disponibili rispetto a quelli che sarebbero necessari e le lunghe liste d’attesa, che impongono quarantene collettive e con esse danni economici ormai irreversibili”, hanno denunciato il capogruppo di Forza Italia, e l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza e capogruppo de La Nostra Libertà al Comune di Salerno. “E’ necessario istituire immediatamente l’Usca, l’Unità Speciale di continuità Assistenziale, nella città di Salerno, prevista dalla legge”, incalzano Cammarota e Celano, “composte da un medico e un infermiere per effettuare tutti i tamponi ai pazienti covid segnalati dal medico di base superando tutte le criticità – hanno aggiunto Celano e Cammarota – E’ assurdo come l’Usca sia stata attivata in piccoli centri come Penta e Fisciano ma non nel Comune di Salerno”, incalzano Celano e Cammarota, “nonostante le reiterate istanze anche del consigliere dr.ssa Pakj Memoli, ma completamente disattesa dall’amministrazione comunale, inefficiente e incapace di risposte immediate e vere, per cui la vicenda sarà discussa in commissione trasparenza dove già fu denunciata nel mese di marzo”. Da qui, dunque, la richiesta di istituire, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, un presidio sanitario in ogni scuola organizzato su articolazione comunale, al fine di garantire una risposta immediata in caso di criticità.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->