I commercianti lanciano una proposta al Comune per rendere Salerno green

Rilanciare il commercio a Salerno. E’ questo il principale obiettivo dell’Associazione Commercianti di Salerno, che nella giornata di ieri ha inviato una lettera al sindaco Vincenzo Napoli, agli assessore Dario Loffredo, Domenico De Maio, Angelo Caramanno, al dirigente del settore mobilità e attività produttive Elvira Cantarella, al comandante dei vigili urbani Antonio Vecchione e al presidente di Salerno Mobilità Massimiliano Giordano, nella quale hanno illustrato in maniera chiara e dettagliate le loro idee per il rilancio in città delle attività produttive. L’invio del fascicolo con le loro proposte è solo il primo passaggio, infatti gli iscritti all’associazione hanno chiesto un incontro con tutte le persone su citate, proprio per discutere sulla questione e per valutare insieme se è possible attuare le loro idee, con che modalità e con che tempi. La proposta si riferisce, si legge nel fascicolo inviato alle autorità, all’area del centro cittadino ed in particolare lungo il tratto del lungomare, via Roma, e Centro Storico. Per l’associazione i punti da trattare sono: 1. Utilizzo della prima corsia del Lungomare per la viabilità ecosostenibile; 2. Rimodulazione tariffe parcheggio con sbarra; 3. Apertura posti auto nell’area del porto; 4. Parcheggio Genio Civile; Per i comm e r c i a n t i appartenenti al gruppo il tema sull’inquinamento ambientale sta prendendo piede da diversi anni, “nei paesi più ricchi e sviluppati le problematiche ecologiche stanno entrando a far parte della coscienza collettiva – scrivono – dando maggiore responsabilità nell’uso delle risorse naturali. Con il termine “inquinamento” si indica l’introduzione nell’ambiente di sostanze in grado di provocare pericoli effettivi o potenziali per la salute dell’uomo, per l’esistenza degli animali e delle piante, minacciando tutto l’ecosistema, l’uomo svolge una fuonzione importante, – proseguono i commercianti – mediante le sue scelte o interventi, può decidere se rovinare o salvaguardare l’ambiente. Questa premessa apre il primo punto, la viabilità sulla prima corsia del lungomare di Salerno, per intenderci quella che vede la presenza delle rotaie. Premesso che funge solo da passaggio dei turisti e dei residenti verso la seconda e terza corsia (quella che costeggia il mare), poi c’è la presenza di una pista ciclabile priva di qualsiasi segnaletica”. L’idea, avuta dai commercianti, è quella di un riuso di tutta la tratta, che va da piazza della Concordia, fino a piazza della Libertà. Stando a quando scrivono vorrebero “rendere questo kilomettro e mezzo l’uso di mezzi alternativi al petrolio per il trasporto di cittadini che ne richiedono i servizi. Usarli sia come mezzi per far visitare il lungomare e il suo paesaggio, sia come mezzo vero e proprio di trasporto”. Un’idea carina, alla quale i c o m m e r – c i a n t i h a n n o anche pensato come realizzarla, o meglio hanno individuato i mezzi pot e n z i a l – mente validi che potrebbero essere delle Golf Cart oppure dei Cargo Bike Elettrici. “Inolt r e precisiamo che tali m e z z i , posso essere u t i l i z z a t i anche per far conoscere il centro storico della città a chi ne farà richiesta, con dei tour guidati, andando ad individuare aree architettonicamente parlando di notevole pregio storico e a r t i s t i c o . Tale servizio – ci tengono a precisare i c o m m e r – cianti – non andrà in c o n f l i t t o con i taxisti, in quanto sarà solo su zone pedonali e nel centro stor i c o , q u e – st’ultimo di difficile accesso, visto il loro parco auto dotato di monovolumi e suv. Dunque – proseguono i commercianti iscritti all’associazione – tale servizio può essere visto come coccola al turista, per far conoscere in modo spensierato e dall’impatto zero sull’ambiente la nostra città”. Un’idea questa che secondo loro potrebbe essere un segnale forte… “distinguiamoci dalle altre città, parliamo green e facciamo riscoprire Salerno con le sue bellezze, i profumi e i suoi sapori”. Ma non è tutto sempre nel lungo progetto presentato questa mattina i commercianti parlano anche di rimodulazione delle tarigge del parcheggio con sbarra… “Abbiamo pensato che per ovviare l’eccessivo costo del parcheggio, si possa chiedere la possibilità di contribuire al pagamento del ticket per i clienti dei locali associati alla nostra assoc i a z i o n e , questo per incentivare un maggior afflusso in città e nelle nostre a t t i v i t à , visto il periodo difficile che stiamo affrontando e dal quale p u r t r o p p o stiamo venendo fuori molto lentamente”. Si chiede anche una rimodulazione della tariffa in piazza Amendola, rendedola unica come nelle altre aree del centro. E visto il mancato approdo delle navi da crociera per questa stagione estiva, nella stazione marittima, si richiede l’autorizzazzione per ulteriori posti auto da dare in concessione a Salerno Mobilità e quindi a chi decide di trascorrere una serata in centro. In utilo si chiedono le tempistiche di attivazione in merito al parcheggio al Genio Civile, che potrebbe aiutare notevolmente il lavoro di tutte le attività commerciali che purtroppo da sempre lamentano la mancanza di posti auto per i loro clienti.