«I carnefici della movida chiedessero scusa ai cittadini»

Scritto da , 28 novembre 2018
image_pdfimage_print

di e.n.

Fanno discutere non poco le recenti decisioni dell’assessore Loffredo in merito alla decisione di concedere la musica dal vivo all’esterno dei locali della città di Salerno, nel periodo delle festività natalizie e ad eccezione dei giorni della vigilia. A puntare nuovamente il dito contro le scelte dell’amministrazione comunale il consigliere di giovani salernitani-demA, Dante Santoro: «Dopo le decisioni “ammazza-musica” dell’assessorato all’ annona organizzai un sit-in per denunciare la morte della movida causata dalle scelte folli di questi anni. Adesso gli stessi artefici della distruzione della movida vorrebbero ergersi a salvatori della patria “concedendo” la musica live da loro stessi combattuta». E ancora: «I carnefici della movida farebbero meglio a cancellare in silenzio le scelte ridicole di questi anni, dando spazio e libertà a chi vuole esprimere arte ed intrattenimento in questa città. Continueremo con il nostro fiato sul collo su chi sta portando alla desertificazione economica di Salerno», ha poi aggiunto Santoro che non risparmia accuse al vetriolo all’amministrazione comunale rea secondo il consigliere demA – di aver “ammazzato” la movida in città, a caisa di scelte che – secondo Santoro – si sarebbero poi rivelate fallimentarie. (

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->