I 50 anni di sacerdozio di padre Claudio

Scritto da , 19 marzo 2014
image_pdfimage_print

Cinquant’anni di sacerdozio, mezzo secolo di ministero sacerdotale: Padre Claudio Luciano -Cappuccino, nativo di Serino, che tre anni fa è tornato a Giffoni Valle Piana dopo aver vissuto per molti anni a Salerno nel Convento di Piazza San Francesco- festeggia le “nozze d’oro” sacerdotali.

Padre Claudio ha ricevuto in questi giorni messaggi augurali da Papa Francesco e dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Questo il messaggio del Papa Francesco inviato dal segretario di Stato del Vaticano, cardinale Pietro Parolin: “Al reverendo Padre Carmine Luciano, che con profonda riconoscenza al Signore celebra il cinquantesimo anniversario di ordinazione presbiterale, il sommo pontefice Papa Francesco esprime vive felicitazioni per il lungo e zelante impegno profuso per il bene del popolo di Dio e mentre invoca  su di lui ulteriori effusione di grazie celesti per un sempre profondo servizio ecclesiale, gli imparte di cuore l’implorata benedizione apostolica che volentieri estende ai confratelli, ai parenti e ai presenti al sacro rito”.

Questo il messaggio del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano inviato dal segretario generale Donato Marra a Padre Carmelo Gagliardi del Convento dei Cappuccini di Salerno: “Reverendo Padre, il Presidente della Repubblica la ringrazia di averlo informato del felice raggiungimento del Giubileo presbiterale di Padre Carmine Luciano che la comunità Cappuccina si appresta a celebrare in comunione ideale con l’intera Famiglia francescana. Il Capo dello Stato, che da tempo ne segue ed apprezza l’intensa e feconda attività pastorale dispiegata con particolare attenzione verso i giovani, la prega di far giungere a Padre Luciano l’augurio che il suo ricco apostolato possa dare ancora a lungo frutti preziosi. Alle felicitazioni del Presidente Napolitano per il significativo traguardo del cinquantesimo anniversario di ordinazione ed ai suoi sentiti saluti, unisco volentieri i miei personali”.

Padre Claudio è apprezzato per il suo magistero appassionato e coraggioso, per il suo esempio di vita, per la sua attenzione verso il mondo dei giovani e delle categorie meno abbienti. E’ stato per quindici anni cappellano dell’Università di Salerno, dalla prima edizione ha ricoperto ruoli di responsabilità nel Festival di Giffoni, autore di pregevoli libri su temi di grande attualità spirituale e sociale, direttore di settimanali cattolici ed editorialista di trasmissioni televisive e radiofoniche che hanno lasciato un profondo segno umano e culturale.

Padre Claudio è stato festeggiato a Serino dal sindaco Gaetano De Feo, da Padre Giuseppe Iantiiorio e dai confratelli dello  storico convento francescano, nonché dalla Corale Polifonica S. Ippolisto di Atripalda che, sotto la guida del direttore Simone Basso,  ha eseguito brani di musica classica con trentacinque artisti tra i quali Carmela Petitto, Umberto D’Angelo, Stefania Cucciniello. Moltissimi i cittadini intervenuti, oltre ai numerosi e molto uniti familiari di Padre Claudio.

Domenica prossima, a Giffoni Valle Piana, è in programma un altro importante appuntamento con il sindaco Paolo Russomando, il direttore del Festival di Giffoni Claudio Gubitosi, i confratelli del Convento francescano i Padri Gerardo Di Poto, Tommaso Luongo e Biagio Grattacaso.

Ed, infine, mercoledì 26 marzo, Padre Claudio avrà la gioia di incontrare Papa Francesco.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->