GrimaldiNess, pioggia di medaglie agli Open di Biella

Scritto da , 27 marzo 2014
image_pdfimage_print

ROCCAPIEMONTE. Con furore fino a Biella per il quindicesimo Open Internazionale di Karate. Oltre 1400 atleti provenienti da tutta l’Europa sono stati presenti a questa prestigiosa competizione. E non potevano mancare quelli della GrimaldiNess – S.S.D. Atlante – che ha messo in campo le migliori promesse. E alcune di loro sono noti in tutto lo stivale per il loro prestigio ed i loro risultati. Anche se il livello di questa competizione era molto elevato i campioncini locali si sono fatti valere, portando a casa non solo delle pesanti medaglie ma un enorme esperienza e soddisfazione, che arricchirà il loro bagaglio formativo e sportivo. Danilo Botta, punta di diamante del gruppo, dopo avere conquistato il titolo italiano e l’open della Campania si riconferma campione. Infatti, dopo cinque lunghi combattimenti ha conquistato una bella medaglia d’oro. Non è da meno l’altra nostra campionessa italiana, Mariapia Mazziotti che dopo tre combattimenti è stata costretta a rallentare la sua marcia, ma è riuscita ugualmente a salire sul podio, conquistando un bellissimo bronzo. Invece, Mario Palladino, dopo il magnifico bronzo in Austria deve accontentarsi di un immeritato secondo posto. Poteva andare meglio a Flavio Giordano, Alessandro Trezza e Giuseppina Caiazzo che non portano a casa nessuna medaglia in quanto si sono fermati al quarto incontro. I ragazzi sono riusciti a raggiungere un quinto posto: un po’ amaro il rientro a casa, ma sicuramente un’ottima prestazione. Poca fortuna anche per Fiore Romano che al terzo incontro è stato costretto a lasciare la gara per un brutto infortunio. E così per l’atleta, che più volte ha partecipato a ritiri con la Nazionale Italiana la gara si è quasi interrotta prima di cominciare. Per Pasquale Carratù e Costantino Giordano, quella di Brescia è stata la loro prima trasferta importante. Ad entrambi l’emozione ha giocato brutti scherzi, lasciandoli a terra al primo incontro. “Sono orgoglioso – ha commentato il maestro Carmine Milione – per l’amore ed il sacrificio che questi ragazzi profondono in questo sport. A fronte del loro impegno, i risultati arrivano e sono tanti i trofei portati a casa. Bravi ragazzi!”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->