Gregucci: Il Catanzaro è il peggior avversario che potesse capitarci

Scritto da , 22 marzo 2014
image_pdfimage_print

ROMA. Angelo Gregucci (nella foto) non vuol sentir parlare di partita decisiva. Contro il Catanzaro la Salernitana dovrà giocare come fatto con ogni avversario trovato fin qui sul proprio cammino: “Tutte le gare sono determinanti. Sin da quando sono arrivato ho sempre detto che avremmo dovuto affrontare ogni partita come una finale e anche il match con il Catanzaro andrà interpretato allo stesso modo. A cominciare da oggi affronteremo una serie di avversari che ci precedono in classifica e per noi saranno tutte sfide da dentro o fuori. Non dobbiamo dimenticare che eravamo al dodicesimo posto e, proprio guardando una partita per volta, siamo riusciti a migliorare la nostra classifica”. Il tecnico della Salernitana rispetta e non poco l’avversario odierno: “È sicuramente quello più ostico che potevamo incontrare in questo momento. È una squadra molto solida e brava a cambiar pelle nel corso della gara. Ha qualità in avanti, una buona organizzazione di gioco e una società che non si nasconde nell’ambire a traguardi importanti. Noi vogliamo vincere, ma penso vorranno farlo anche loro. In campo andranno due squadre che cercheranno di superarsi a vicenda, pertanto mi aspetto una partita aperta”. I play off? “Sarà il campo a dire dove potremo arrivare. Importante sarà il lavoro che svolgeremo di settimana in settimana -ha concluso Gregucci- in questo scorcio finale della stagione”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->