Green pass, porto di Salerno: “Nessun ritardo sulla circolazione delle merci”

Scritto da , 14 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

L’obbligo del green pass non sembra avere ripercussioni sulla circolazione delle merci nei porti di Napoli e Salerno. Lo ha annunciato Andrea Annunziata, presidente dell’Autorità di Sistema del Mar Tirreno Centrale, che ha competenza sui due scali. Annunziata assicura infatti che la situazione è “assolutamente sotto controllo”. In vista dell’entrata in vigore dell’obbligo di green pass, infatti, non si sono verificate tensioni, come accaduto in altre città, a cominciare da Trieste, anche perchè la quota dei lavoratori non vaccinati su Napoli è inferiore al 20%. “Ci siamo organizzati per tempo al fine di creare il minor disagio possibile – ha dichiarato il presidente dell’Autorità di sistema, Andrea Annunziata – e ringrazio le prefetture di Napoli e Salerno, che hanno coordinato al meglio le operazioni. Nonostante il momento delicato che stiamo vivendo, non sono state né minacciate né messe in atto azioni di protesta”. Una situazione, quella che interessa gli scali portuali di Salerno e Napoli che rientra nella normalità e, ha sottolineato Annunziata, l’autorità “è pronta e organizzata per affrontare eventuali problemi. C’è stato grande senso di responsabilità e noi, sin dall’inizio, ci siamo sempre mossi per garantire nel migliore di modi le libertà e la salute di tutti, rispettando sempre le indicazioni che ci arrivano dalle istituzioni, perché siamo un organo di Governo”. Quanto alla possibilità di allestire una postazione per i tamponi all’interno del porto, finora non è arrivata alcuna richiesta in tal senso, ma “se dovesse pervenire ci organizzeremo. C’è piena disponibilità”. Sulla stessa linea le organizzazioni sindacali, che evidenziano lo svolgimento regolare delle attività: “Sia a Napoli che a Salerno la situazione è sotto controllo – ha dichiarato Amedeo D’Alessio, segretario Filt-Cgil di Napoli e Campania – sia per quanto concerne i lavoratori portuali che gli autotrasportatori. La filiera logistica di questi porti è al momento sotto controllo. Questo non significa che non ci sia personale non vaccinato o senza green pass, ma si tratta di una percentuale bassa, che stimiamo intorno al 10%”. Intanto, Agostino Gallozzi, presidente di Salerno Container Terminal ha annunciato che ha provveduto in questi giorni all’installazione – nei pressi dei propri uffici e dei luoghi più funzionali al personale – di tre centraline informatiche di scannerizzazione automatica, che rileveranno la temperatura corporea, l’adozione della mascherina ed il possesso del Green Pass per ogni singolo addetto. Il sistema consentirà l’accesso al lavoro solo a coloro in regola con la normativa emanata dal Governo. “Dai primi approfondimenti effettuati, nel porto di Salerno non si prevedono problemi, anche in considerazione della piena adesione del personale nei mesi scorsi – e anche più recentemente – alla campagna vaccinale. La regolare attività dello scalo, di conseguenza, non appare assolutamente in discussione. – ha dichiarato il presidente Gallozzi – Fin da subito si è reso necessario – per garantire la piena operatività dei servizi che Sct è in grado di mettere in campo – rendere sicura e pienamente funzionale l’area nella quale si procede allo sbarco, imbarco e movimentazione di container e merci (oltre che i relativi uffici), rispettando prioritariamente le condizioni di sicurezza sanitaria per ogni persona che interagisce con il sito portuale. Siamo certi che tutto procederà nel pieno rispetto delle regole, come fin qui ogni singola componente della complessa macchina portuale ha saputo assicurare”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->