“Grazie a tutti, stiamo bene”: Cristian da Parigi ai familiari di Montesano

Scritto da , 14 novembre 2015
image_pdfimage_print

“Grazie a tutti, stiamo bene”. Cristian Bartomeo rasserena parenti, amici, conoscenti. Lo fa tramite Facebook dove ieri sera ha raccontato in diretta quello che stava accadendo sotto casa: “Abito a 100 metri dal Bataclan. Ho visto e sentito tutto. Ho ricevuto decide e decine di messaggi di gente che mi chiedeva cosa stesse accadendo. Ho rassicurato anche mamme di amici italiani che lavorano qui: non riuscivano a mettersi in contatto con loro”. Trentadue anni, a Parigi da 11, Cristian è di Montesano Sulla Marcellana, paese in provincia di Salerno. Lavora ad un ristorante italiano ed è sposato con Maria Grazia: i due hanno una bambina di un anno. “Ho paura per lei. Per il suo futuro. Stanotte non sono riuscito a dormire. Era impossibile visto quello che è accaduto sotto casa, nel mio quartiere. Io abito a pochi passi dal Bataclan”, la storica sala concerti di Parigi che ieri sera si è trasformato in un mattatoio. “Stavo cenando quando ho sentito degli spari – racconta Cristian a 9Colonne – credevo fossero petardi. Immaginavo che qualche ragazzo stesse giocando e mi preoccupavo che mia figlia non riuscisse a dormire. Dopo un po’ sono sceso in strada: ero incuriosito perché gli spari continuavano. Quello che ho visto è indescrivibile. Scene da film. Il caos, il panico, il terrore puro”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->