Grande Sud: malumori su Mastella e Miccichè

Scritto da , 5 Gennaio 2013
image_pdfimage_print

I meridionalisti del centrodestra proprio non trovano la quadratura del cerchio. Dopo il secondo incontro romano, oggi ci dovrebbe essere quello definitivo e Berlusconi dovrebbe dire la sua ultima parola. Il progetto Grande Sud vede la fronda dei governatori, tra cui lo stesso Stefano Caldoro contro l’invadenza di Miccichè che, a quanto pare, al momento, avrebbe conquistato il movimento non solo il Sicilia. Ed anche dello stesso Mastella che secondo prime indicazioni dovrà occupare la casella numero 2 della Circoscrizione Campania 2. Per ora, però, il segretario del Campanile non avrebbe ancora deciso se far concorrere un beneventano o un salernitano. 
Insomma non è detto che Mastella scelga di puntare sulla provincia di Salerno, ormai ex fortino elettorale di casa Udeur. In campo restano i nomi di Pasquale D’Acunzi e di Luigi Nocera ma non si esclude neppure che l’europarlamentare possa trascinarsi dietro l’attuale assessore regionale Severino Nappi. Tra l’altro lo stesso Mastella dovrà pur piazzarsi. E a quanto pare se non sarà al Senato in Campania, potrebbe trovare spazio in un’altra regione. 
Per le due circoscrizioni (Campania 1 e Campania 2) pare che sul tavolo di Palazzo Grazioli ci siano due nomi: Iapicca per l’area Napoletana e Pugliese per quella delle altre province (Salerno compresa). Un posto mastelliano sarà subito dopo Pugliese poi toccherà anche al Nuovo Psi di Stefano Caldoro. Il governatore della Campania avrebbe confermato la rosa dei nomi: Fortunato, Moscatiello, Annunziata e Fasolino. Ma le trattative sono tutt’altro che concluse. E necessario sarà individuare soprattutto le posizioni in lista: indispensabile requisito per essere eletto. Quorum permettendo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->